Amanita muscaria, da dove viene il tuo spirito oscuro?

Rispondi
Avatar utente
Fohat
Messaggi: 168
Iscritto il: sab apr 28, 2018 9:06 pm

Amanita muscaria, da dove viene il tuo spirito oscuro?

Messaggio da Fohat » lun apr 30, 2018 2:39 pm

====== Deja vu - Amanita Muscaria ======
Autore | Fohat |
Sostanza assunta | Amanita muscaria + Cannabis |
Via di somministrazione | Fumata in joint la pelle essiccata |

Ho raccolto Amanita muscaria nel bosco, 2 cappelle piccole e giovani, colte in Trentino verso fine agosto.
Ho essiccato le parti più attive (pelle rossa e sottostante strato giallo) col fon e ho ottenuto poco materiale, scarso anche solo per una sola persona da ingerire. Siamo tre amici, per questo e per prudenza optiamo per fumarla.


Sera, al chiuso. Fuori il temporale. Sminuzziamo a fatica la pelle e giriamo un purino di Amanita.
Tre tiri. Sembra non succedere niente. Ai tre successivi mi sale un effetto potente: Fisico sedato, gambe molli, debolezza; mente ipnotizzata ma piuttosto lucida... Non come la fastidiosa pesantezza e affollatezza di pensieri dell'erba... Incanto.
Dura poco, un minuto circa, poi scende parecchio e rimane stabile su un livello meno psichico e più fisico di 'stanchezza'.
Ricordo che poggiando, da disteso sul divano, una mano sotto la testa, questa si scaldava quasi come se stesse bruciando e sembrava schiacciata da una pressa!
Comunque tutto fantastico. L'amanita funziona, evviva! :mrgreen:

Secondo joint. È enorme, incinto. :D Dentro tanta amanita e un pizzico di erba. Quell'erba era forte, molto forte.

Non sento nulla nell'immediato, a differenza di prima che era salita l'ipnosi durante l'inalazione.
Sento solo che la muscaria rilassa e seda ancora un po', è figo ma sempre stabile.

Passano un paio di minuti. Ora sento l'erba, la sento parecchio. È salita e si è distinta dal fungo, l'ho riconosciuta; come sempre si accompagna al caos mentale e al poco controllo di sé. tutto confuso, non solo 'rallentato' come prima.
Passano altri 5 minuti, poi usciamo perché mi sta prendendo male. Non per fattori esterni, è che l'erba pesa mi da sempre sensazioni difficili da gestire.
Usciamo, piove. Andiamo verso casa mia; mi faccio accompagnare perché ho paura di perdermi in 5 minuti di strada, incredibile!

Ora siamo vicini a casa. Dico qualcosa su come mi sento male; cito il bad trip.
H mi dice che è vero. mi racconta del suo, dice: "io sono semplicemente impazzito. ero con E ubriaco, e c'era M, quella figliola... è stato bruttissimo... Poi è arrivato N e mi ha salvato."
"Ahahah, sì è vero", risponde N.
"STOP! STOP! IO HO GIÀ SENTITO QUESTO RACCONTO.", dico io allarmato. "Ti giuro, me l'hai già raccontato. Parola per parola. Ho già vissuto questo momento!! E anche N che ti risponde... maccheccazz??"

Qui sono iniziati 45 minuti circa da incubo.
Follia, follia pura. Terrificante, infinita, senza via d'uscita. Il terrore ritorna ad ogni parola che risuona nella mia testa...
Quelle parole...

Ma ritorniamo al racconto.
H dice "no ti sbagli, io non l'ho mai detto"
Immediatamente penso: "ESATTO! ANCHE QUESTO AVEVI DETTO QUELLA VOLTA. L'HO GIÀ SENTITO, È TUTTO UGUALE!!"
H e N rimangono leggermente dietro di me mentre camminiamo, dicendo qualcosa su che strana cosa mi sta succedendo. Sono perfettamente conscio di ciò, ma ogni cosa, anche i miei pensieri, sono dei deja vu.
Cerco di ragionare. Eppure io non ho mai vissuto una situazione così con loro!
Intanto i miei gesti sono meccanici,
non ci penso; vado dritto per la strada, il mio corpo segue il ricordo di ciò che sembra già successo, e lo ripete. Sono preoccupatissimo. Mi rendo conto che sono privo di una mia volontà e sto seguendo il copione dei miei ricordi. Cioè se io mi ricordassi, per esempio, di essere stato investito da una macchina, pur avendo la possibilità di spostarmi, rimarrei in mezzo alla strada.
Ma che significa?? Se l'avessi già vissuto sarei morto e non sarei qui!

I due parlano fra di loro, circa un metro dietro di me... Ricordo di averli sentiti dire queste cose in un altro episodio, dove io camminavo davanti a loro come ora.
Percepisco la distanza e l'angolazione del suono che mi arriva: non stanno dicendo solo le stesse cose, ma anche con lo stesso tono, alla stessa distanza da me e orientati nello stesso modo!
proprio come fosse già successo. eppure non è mai successo. Mi si affaccia l'ipotesi che possa averlo vissuto IN SOGNO.

Vado avanti. Disperato, ogni tanto commento i loro discorsi. "È tutto uguale", dico, "sto impazzendo".

Finalmente arriviamo alla porta di casa mia, e lo faccio notare ai miei amici...  E dalla mia bocca escono parole già usate per dirlo.
Mi spavento di nuovo: io non sono solo l'osservatore del deja vu, ne faccio parte!
Salgo i tre scalini, tiro fuori le chiavi, saluto.
Anche loro salutano. N dice "bella, facci sapere com'è andata" e H dice "sì, facci sapere".
Rispondo "sì", debolmente, e penso "questo l'avete già detto!"
Provo a ragionare: H non l'ha mai detto, non è mai stato sotto casa mia. N forse ha detto qualcosa di simile tempo fa, quando mi accompagnò a casa...Ma è troppo identico.
Mentre salgo in ascensore, brividi di terrore lungo la schiena: e se nell'episodio già avvenuto l'ascensore si fosse bloccato?

Suoni nella testa, suoni di canzoni ascoltate negli ultimi giorni. Si ripetono anche loro.
Volo a letto e mi riprendo un po', col pensiero di non dover più fare niente.
Ora si attenua molto la sensazione di già vissuto, si trasforma, e diventa un senso di premonizione: invece di accorgermene poco dopo, vedo poco prima ciò che succede.
A letto tutto si muove. ad occhi chiusi vedo geometrie confuse.
E come spesso accade con gli psichedelici, l'infinito ripetersi delle geometrie conduce pensieri a loop. Solo che questi sono pensieri che ho già fatto!

Sento suoni dalle altre stanze... Mi sono familiari. Non capisco se sono suoni reali di cose che sbattono o sono i piatti di una batteria. Continuano. Poi parte della musica...
Sì, erano allucinazioni uditive. :paranoid:

Ora avverto una premonizione. SO che mia madre verrà, aprirà la porta, dirà qualcosa e uscirà.
(effettivamente lo fa a volte, ma non spesso)
Eppure dopo qualche secondo, i passi nel corridoio: già sentiti.
Sento la porta che si apre. Si affaccia e biascica qualcosa, le cose di sempre più o meno: "buonanotte, domani torno da lavoro alle -". Dal tono sembra che abbia intuito che ho fumato, ma vabbe', per lei non è un problema...

La musica incalza nella testa. Le canzoni che da lucido avrei messo alle cuffie del cellulare per distrarmi.
Non ho bisogno di usarle: sento tutto nella testa (questo è stato l'unico effetto piacevole, perché ne avevo davvero bisogno).
E mi ricordo ogni passaggio di brani complicatissimi.
'Ascolto la musica' e ripercorro con lucidi ricordi quello che ho fatto nei giorni precedenti... Nelle ore precedenti.
Rivedo noi che rolliamo il joint, che fumiamo, il viaggio di ritorno a casa...
Poi rivedo me in montagna i giorni precedenti, ripercorro tutto, è come se il fungo mi stesse guidando.
Sapevo dove mi stava portando, ma continuavo a non fissare questa consapevolezza nella mente, e mi stupivo del percorso.
Alla fine ci arriva: vedo me stesso che colgo il fungo e lo metto nello zaino, pochi giorni prima.
La partenza di tutto.
Chiedo "sei stato tu? Volevi dirmi che è opera tua?"
Nessuna risposta. "Il fungo non parla, il fungo guida e basta. Mi ha guidato qui e tanto basta per capire", penso.

Ripensandoci era come se lui non avesse piacere ad essere mescolato con l'erba. Come fossero due spiriti simili ma contrapposti. Ma forse l'esperienza brutta era dovuta proprio a lui, e questo è il suo modo di 'istruirmi', il linguaggio di questo fungo.
Comunque sia, da riprovare senza abbinare.
Dopo tutto ciò, aiutato dall'effetto sedativo, mi sono addormentato. Il giorno dopo ho sentito un forte distacco da quanto vissuto, non ero in grado di 'ricordare' e 'riprovare' le sensazioni se ci ripensavo. Ricordavo solo di averle provate.

RIFLESSIONI A POSTERIORI
L'Amanita muscaria è un fungo misterioso: a volte genera viaggi intensissimi, altre nulla. Pare che a seconda di luogo e periodo di raccolta, i suoi effetti possano variare molto. Sicuramente è una sostanza difficile da gestire, anche se dagli effetti non fortissimi, e la documentazione relativa alle esperienze è molto scarsa. Per tutti questi motivi mi affascina molto.

Sembra che solo a me il fungo abbia voluto concedere questo saggio di sé (gli altri hanno riportato solo effetti blandi di sedazione, ipnosi e sensibilità tattile).
Ora, il mio parere è che l'erba sia stata sinergica col fungo.
Si è avvertito chiaramente l'effetto delirogeno tipico dell'Amanita. Il deja vu forse non è tutta opera del fungo, ma sicuramente neanche solo di quel pizzico d'erba.
Il fungo è noto per generare sedazione, allucinazioni uditive, sensazione di dolore/calore al tatto, viaggi mentali dove si avverte lo 'spirito del fungo', convinzioni di cose irreali (es. la presenza di persone che in realtà non ci sono), oltre che stati di forte euforia (ma quest'ultimo effetto mai insieme agli altri).

Ecco, elencati così, gli effetti di cui ho letto nei pochi report esistenti, fanno un certo effetto.
Eccetto l'euforia, ho provato tutti quegli effetti. il deja vu potremmo intenderlo come la convinzione di una cosa irreale, cioè dell'aver già vissuto la situazione; oppure anche come una grande allucinazione uditiva.
tutto ciò che scrivo è inventato o sognato.

https://www.avalonmagicplants.com/

Avatar utente
tropopsiko_23
Moderatori
Messaggi: 1336
Iscritto il: mer ott 28, 2015 10:33 pm

Re: Amanita muscaria, da dove viene il tuo spirito oscuro?

Messaggio da tropopsiko_23 » mar mag 01, 2018 11:14 pm

Wow, bella esperienza. Sarà che ce l'ho a morte con l'erba ma credo che abbia influenzato molto il tuo viaggio.
Interessante. Ciao :asd:
X

Avatar utente
Fohat
Messaggi: 168
Iscritto il: sab apr 28, 2018 9:06 pm

Re: Amanita muscaria, da dove viene il tuo spirito oscuro?

Messaggio da Fohat » mer mag 02, 2018 3:30 pm

Grazie.
tutto ciò che scrivo è inventato o sognato.

Avatar utente
Arcano
Messaggi: 507
Iscritto il: sab set 26, 2015 2:11 pm

Re: Amanita muscaria, da dove viene il tuo spirito oscuro?

Messaggio da Arcano » ven mag 04, 2018 2:29 pm

Fohat ha scritto:
lun apr 30, 2018 2:39 pm
====== Deja vu - Amanita Muscaria ======

penso che il fungo abbia voluto presentarsi con te...
Bella e strana esperienza la tua, direi che qualche porta è stata aperta, prenditi il tempo e somatizza bene l'esperienza e quello che hai vissuto, a volte le risposte chiare arrivano anche dopo mesi. Credo comunque che il fungo preferisca finire il tisana che bruciacchiato, forse è per quello che si è arrabbiato :asd:
Le informazioni da me riportate sono esclusivamente a scopo informativo.
Non intendo incitare nessuno all'uso di sostanze stupefacenti. Peace

Avatar utente
Abeja G.
Messaggi: 809
Iscritto il: mer ott 14, 2015 2:42 pm

Re: Amanita muscaria, da dove viene il tuo spirito oscuro?

Messaggio da Abeja G. » ven mag 04, 2018 6:45 pm

Arcano sei sempre il meglio

Avatar utente
CloneXY
Moderatori
Messaggi: 1069
Iscritto il: dom set 13, 2015 12:25 pm

Re: Amanita muscaria, da dove viene il tuo spirito oscuro?

Messaggio da CloneXY » sab mag 05, 2018 2:34 pm

Questa vita, come tu ora la vivi e l’hai vissuta, dovrai viverla ancora una volta e ancora innumerevoli volte, e non ci sarà in essa mai niente di nuovo, ma ogni dolore e ogni piacere e ogni pensiero e sospiro, e ogni indicibilmente piccola e grande cosa della tua vita dovrà fare ritorno a te, e tutte nella stessa sequenza e successione - e così pure questo ragno e questo lume di luna tra i rami e così pure questo attimo e io stesso. L’eterna clessidra dell’esistenza viene sempre di nuovo capovolta e tu con essa, granello della polvere!
Questa è una delle cose più strane che diceva Nietzsche, l'ho percepita in alcuni momenti e anche a me ha fatto paura
λάϑε βιώσας
https://t.me/DrogaNews

Avatar utente
cyanotic
Messaggi: 82
Iscritto il: lun feb 15, 2016 10:41 pm

Re: Amanita muscaria, da dove viene il tuo spirito oscuro?

Messaggio da cyanotic » lun mag 13, 2019 10:05 pm

Gran bel report. Io ho 4/5 cappelle di amanita raccolte ad ottobre, essiccate e poi lasciate su una mensola all'aria. Il profumo é ancora ottimo anche se più debole, e il colore leggermente sbiadito. Dite che è una stronzata se provo a mangiarne uno crudo? Ieri sera ho dato un morsetto, 1cm quadrato circa come pre test. Nessun effetto, nessun fastidio, nessuna nausea. Magari stasera do un morso più grosso e cerco di stare il allerta

Avatar utente
cyanotic
Messaggi: 82
Iscritto il: lun feb 15, 2016 10:41 pm

Re: Amanita muscaria, da dove viene il tuo spirito oscuro?

Messaggio da cyanotic » mar mag 14, 2019 8:38 pm

cyanotic ha scritto:
lun mag 13, 2019 10:05 pm
Gran bel report. Io ho 4/5 cappelle di amanita raccolte ad ottobre, essiccate e poi lasciate su una mensola all'aria. Il profumo é ancora ottimo anche se più debole, e il colore leggermente sbiadito. Dite che è una stronzata se provo a mangiarne uno crudo? Ieri sera ho dato un morsetto, 1cm quadrato circa come pre test. Nessun effetto, nessun fastidio, nessuna nausea. Magari stasera do un morso più grosso e cerco di stare il allerta
OK, la risposta è arrivata : dopo essermi accertato che l'amanita si può mangiare secca in tranquillità, ho deciso di mangiare una mezza cappella, a occhio l'equivalente di circa 2 grammi. E ha funzionato! Non é stato un effetto forte, ma nemmeno debole. Ci sono stati il rilassamento e l'euforia e... Scriverò dell'esperienza e non vedo l'ora di rifarla a dosaggio più alto 😍

Rispondi