Graminacee e loro possibili potenzialità

Discussioni generiche sulle piante
Rispondi
Avatar utente
era
Messaggi: 1580
Iscritto il: gio feb 15, 2018 7:51 pm

Graminacee e loro possibili potenzialità

Messaggio da era » ven gen 22, 2021 8:06 pm

Siamo soliti calpestarle, ma raramente ci chiediamo se rinchiudono in sè qualcosa di speciale.

Cominciare a viaggiare con esse è una realtà riscoperta ma comunque remota. L'essere umano ne avrà fatto ampio utilizzo e pian piano le informazioni collegate all'attivazione, alle proprietà medicinali , alla ricreazione e all'esplorazione sono state velate.

Sono innumerevoli e rappresentano una fonte inesauribile.

Negli anni mi sono fatto l'idea che ognuna di esse nasconde in sè un segreto e per non rivelarlo con semplicità il ricercatore è costretto a comprendere l'utilizzo più adatto.

Provarne più specie assieme risulta rischioso, bisogna farsele amiche una per una.
Perciò una persona può dedicarsi a una pianta all'anno se desidera comprendere almeno quel pò.

Essendomi focalizzato sull'Holcus e sulla Phalaris (varie specie) vorrei proseguire con la ricerca, così nella testa si stanno già creando delle simpatie per alcune che hanno nomi attraenti: Coda di cane, Coda di volpe e altre ancora...


Riferimenti:

Holcus
viewtopic.php?f=35&t=4651&hilit=Holcus&start=40#p93968

Phalaris
viewtopic.php?f=8&t=37737
viewtopic.php?f=28&t=5633
Non ho tempo.


Avatar utente
era
Messaggi: 1580
Iscritto il: gio feb 15, 2018 7:51 pm

Re: Graminacee e loro possibili potenzialità

Messaggio da era » sab apr 10, 2021 11:44 pm

Indole alkaloids are responsible for toxicity of
Phalaris pastures to sheep and cattle [l-3]. Several of these alkaloids are present in various species of Gramineae, Leguminosae and other plant families [4]. Simple indole bases such as 3-N,Ndimethylaminomethylindole (gramine)
5-methoxy-N,N-dimethyltryptamine (MOM2T, 2), 5- methoxytryptamine (MOT, 3) and N,-methyltryptamine (MT, 4)

...total alkaloid content varies between 0.02-1.19 of dry wt in Phalaris arundinacea [7]
and gramine concentration may reach up to 7 mmol/kg fr. wt in barley [S],

..Several plant secondary metabolites are thought to protect plants against insects and patho- gens. For example, hydroxamic acids from Gramineae have been suggested to protect wheat and maize against the European corn borer.

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Acidi_idrossamici
"Conosciuti da sempre per la proprietà di chelare metalli in maniera selettiva, formando prodotti stabili specialmente con Cu2+, Fe3+, V5+, UO22+. Sono stati oggetto di studio anche per la realizzazione di catene polimeriche con proprietà chelanti da utilizzarsi nella rimozione selettiva dei metalli pesanti[2][3] Alcuni acidi idrossamici come l'SAHA il Vorinostat, il PXD101 e la Belinostatina, il LAQ824/LBH589 e la Trichostatina A, sono HDAC inibitori con proprietà anticancro."
Non ho tempo.

Avatar utente
era
Messaggi: 1580
Iscritto il: gio feb 15, 2018 7:51 pm

Re: Graminacee e loro possibili potenzialità

Messaggio da era » mar apr 20, 2021 8:49 pm

Prova: Dactilys Glomerata

https://commons.m.wikimedia.org/wiki/Dactylis_glomerata

Estrazione eseguita con C7 per evitare eventuale gramina e successivamente ripresa con etanolo. Essiccato l'alcoluro è rimasto un reaiduo gradevolmente profumato.

L'assaggio è stato eseguito utilizzando +- 2 mg di estratto combinato con del tabacco.
Il sapore era decisamente buono, non sono state osservate altre caratteristiche vista la piccola quantità.
Non ho tempo.

Pantherino
Messaggi: 42
Iscritto il: lun lug 19, 2021 12:40 am

Re: Graminacee e loro possibili potenzialità

Messaggio da Pantherino » mar lug 20, 2021 7:27 pm

era ha scritto:
ven gen 22, 2021 8:06 pm
Siamo soliti calpestarle, ma raramente ci chiediamo se rinchiudono in sè qualcosa di speciale.

Cominciare a viaggiare con esse è una realtà riscoperta ma comunque remota. L'essere umano ne avrà fatto ampio utilizzo e pian piano le informazioni collegate all'attivazione, alle proprietà medicinali , alla ricreazione e all'esplorazione sono state velate.

Sono innumerevoli e rappresentano una fonte inesauribile.

Negli anni mi sono fatto l'idea che ognuna di esse nasconde in sè un segreto e per non rivelarlo con semplicità il ricercatore è costretto a comprendere l'utilizzo più adatto.

Provarne più specie assieme risulta rischioso, bisogna farsele amiche una per una.
Perciò una persona può dedicarsi a una pianta all'anno se desidera comprendere almeno quel pò.

Essendomi focalizzato sull'Holcus e sulla Phalaris (varie specie) vorrei proseguire con la ricerca, così nella testa si stanno già creando delle simpatie per alcune che hanno nomi attraenti: Coda di cane, Coda di volpe e altre ancora...


Riferimenti:

Holcus
viewtopic.php?f=35&t=4651&hilit=Holcus&start=40#p93968

Phalaris
viewtopic.php?f=8&t=37737
viewtopic.php?f=28&t=5633
A proposito di Graminacae...ti sei mai imbattuto negli sclerozi di Claviceps purpurea?

Avatar utente
era
Messaggi: 1580
Iscritto il: gio feb 15, 2018 7:51 pm

Re: Graminacee e loro possibili potenzialità

Messaggio da era » mer lug 21, 2021 11:29 am

Pantherino ha scritto:
mar lug 20, 2021 7:27 pm

A proposito di Graminacae...ti sei mai imbattuto negli sclerozi di Claviceps purpurea?
Tanti anni fa ne ho trovato uno su una spiga e ho avuto la coscienza di buttarlo via...
Non ho tempo.

Pantherino
Messaggi: 42
Iscritto il: lun lug 19, 2021 12:40 am

Re: Graminacee e loro possibili potenzialità

Messaggio da Pantherino » mer lug 21, 2021 6:04 pm

Tanti anni fa ne ho trovato uno su una spiga e ho avuto la coscienza di buttarlo via...

Mi sembra contenga ergina...ma probabilmente pure altri alcaloidi tossici...so che Samorini le mostrava spesso quando le invontrava nei campi di varie Graminaceae...credo sia parecchio tossica vero?

Avatar utente
era
Messaggi: 1580
Iscritto il: gio feb 15, 2018 7:51 pm

Re: Graminacee e loro possibili potenzialità

Messaggio da era » mer lug 21, 2021 9:34 pm

Pantherino ha scritto:
mer lug 21, 2021 6:04 pm
..credo sia parecchio tossica vero?
Sì, è pericolosa. Meglio non toccarla con le mani.
Non ho tempo.

Pantherino
Messaggi: 42
Iscritto il: lun lug 19, 2021 12:40 am

Re: Graminacee e loro possibili potenzialità

Messaggio da Pantherino » mer lug 21, 2021 10:53 pm

Sì, è pericolosa. Meglio non toccarla con le mani.


Ma l'ergot non era usato dagli antichi greci durante i riti eleusini?

Avatar utente
era
Messaggi: 1580
Iscritto il: gio feb 15, 2018 7:51 pm

Re: Graminacee e loro possibili potenzialità

Messaggio da era » gio lug 22, 2021 7:40 pm

Pantherino ha scritto:
mer lug 21, 2021 10:53 pm

Ma l'ergot non era usato dagli antichi greci durante i riti eleusini?
Che l'essere umano ne facesse utilizzo in antichità è rinomato, ma si sa anche che allora potevano dedicarsi a dei trip fin troppo duraturi. L'ergot può intossicare centinaia di persone.
In un viaggio l'ho visto come un viandante amico delle graminacee e come 'giramondo' rappresenterebbe l'amico che vagando di quà e di là ha sempre molte storie da raccontare, tutte colorite e ricche di emozioni.
Essendo piccolo tenderebbe a ingigantire le cose e se si nota, anche il trip da lsd è simile...
...questo per descriverlo di come mi è apparso in una sessione di 1P#phalaris...
Non ho tempo.

Rispondi