Domani mercoledì 3 giugno alle 21:00 faremo una chiacchierata, senza impegno per parlare e discutere di cosa stiamo facendo e di cosa ci stiamo occupando nel modo della psiconautica. L'incontro si terrà nel canale baretto su discord!
(Link al topic, per dubbi contattate Lamp)
-------

Vorrei l'input e l'aiuto dell'intera comunità per l'idea di aprire un sito di news/blog di psiconauti. Datemi il vostro parere!
-------

Abbiamo Discord!
Topic con più informazioni

Holcus

Discussioni generiche sulle piante
Avatar utente
era
Messaggi: 1062
Iscritto il: gio feb 15, 2018 7:51 pm

Holcus

Messaggio da era » mar set 11, 2018 9:06 pm

C'è qualcuno che ha mai avuto a che fare con queste straordinarie Poacee?

Gli estratti risultano interessanti, ma ci sono delle avvertenze da seguire.
Non ho tempo.

https://www.visionecurativa.it/

Avatar utente
Arcano
Messaggi: 548
Iscritto il: sab set 26, 2015 2:11 pm

Re: Holcus

Messaggio da Arcano » gio set 13, 2018 8:24 pm

argomenti come questo andrebbero nella sezione "studio e ricerca", ma in questo forum non c'è, nonostante ne abbia consigliato gentilmente la sezione già diversi mesi fa...

Che succede? Vengono aperti decine, se non centinaia di nuove pagine che andranno ad intasare la sezione "piante" creando caos inutile.

Tranquillo era, non c'è l'ho con te, cerco di farmi ascoltare da qualche amministratore per rendere il forum più scorrevole ed efficace, se mai verrò ascoltato...
Le informazioni da me riportate sono esclusivamente a scopo informativo.
Non intendo incitare nessuno all'uso di sostanze stupefacenti. Peace

Avatar utente
era
Messaggi: 1062
Iscritto il: gio feb 15, 2018 7:51 pm

Re: Holcus

Messaggio da era » gio set 13, 2018 9:46 pm

Arcano ha scritto:
gio set 13, 2018 8:24 pm

Tranquillo era, non c'è l'ho con te, cerco di farmi ascoltare da qualche amministratore per rendere il forum più scorrevole ed efficace, se mai verrò ascoltato...
Studio e ricerca suonano bene.

Tuttavia è un'altra pianta con la quale ho a che fare da un decennio. Per me rappresenta una panacea, la definisco un beta-sbloccante con la capacità di donare sensazioni entusiasmanti, agisce intensamente a livello psico-fisico (visioni, sogni lucidi, risveglio dell'istinto, premonizioni - ai quali si arriva passo dopo passo).

Il problema è che non trovo delle analisi chimiche e/o qualcuno che l'abbia mai utilizzata o fatto preparati.
Ho condiviso qualche estratto con gli amici: chi mi ha detto che sentiva 'pulirsi le ossa', chi me l'ha chiesta per guarire cancri della pelle e chi ha notato gli effetti 'decollanti'.

Ricordo che anni fà, l'ho fatta provare ad un mio amico che la apprezza molto (dice che lo ripulisce a livello pranico). Eravamo in cucina e avevo accesa una candela di paraffina. Questi aveva notato il buon odore che emanava (quasi nullo). Ridendo gli ho risposto che gli aveva ripulito il naso dalle tossine.

Per chi fosse interessato a questa pianta, sono un libro aperto, ma bisogna tenere in considerazione che contiene sicuramente alcaloidi, veleni, ammine e altro.

Recentemente ho annoverato piante stile nzt: questa è quella di spicco.

È una pianta indomabile, perciò devo sconsigliarla a chiunque non abbia informazioni e ai curiosi.
Non ho tempo.

Avatar utente
Arcano
Messaggi: 548
Iscritto il: sab set 26, 2015 2:11 pm

Re: Holcus

Messaggio da Arcano » gio set 13, 2018 10:15 pm

era ha scritto:
gio set 13, 2018 9:46 pm
Arcano ha scritto:
gio set 13, 2018 8:24 pm

Tranquillo era, non c'è l'ho con te, cerco di farmi ascoltare da qualche amministratore per rendere il forum più scorrevole ed efficace, se mai verrò ascoltato...
Studio e ricerca suonano bene.



È una pianta indomabile, perciò devo sconsigliarla a chiunque non abbia informazioni e ai curiosi.
Sono curioso, accetto volentieri nuove info e perché no, anche studiarla.

Questa estate mi sono sbizzarrito con la Lobelia Siph e Scutellaria Baicalensis di cui si sa ancora poco a livello informatico.
Le informazioni da me riportate sono esclusivamente a scopo informativo.
Non intendo incitare nessuno all'uso di sostanze stupefacenti. Peace

Avatar utente
era
Messaggi: 1062
Iscritto il: gio feb 15, 2018 7:51 pm

Re: Holcus

Messaggio da era » gio set 13, 2018 11:39 pm

Arcano ha scritto:
gio set 13, 2018 10:15 pm

Questa estate mi sono sbizzarrito con la Lobelia Siph e Scutellaria Baicalensis di cui si sa ancora poco a livello informatico.
Ho dato un'occhiata, terapeuticamente utili. Hanno anche effetti briosi?

Aggiungo un fatto recente: dopo un periodo di utilizzo di Indica (tanta), ho smesso per ri-dedicarmi all'Holcus (mi focalizzo per mesi su una pianta, utizzandola).
Molti conoscono bene la 'scimmia da thc': i primi giorni è difficile starne lontani e la voglia di fumarne ancora uno resta per piú di un mese.
Mi sono fumato una sigaretta con ca. 1 mg di estratto di Holcus (se non sbaglio quello che ho è il Lanatus) e ha 'sciacquato via' in un istante quella necessità di 'accendere ancora uno e dopo basta'. Non sento nemmeno la necessità di fumare tabacco; tanto che sono passato da 10-15 joint al dì a 5-10 sigarette al dì (faccio così da anni).
Dopo qualche giorno sono ricominciati i sogni lucidi e ho ricominciato a notare latenti visioni (spesso premonitorie).
Premetto: visioni premonitorie che oramai espongo agli amici, per constatare la veridicità.
Faccio un esempio: sempre nel periodo Holcus, stando in auto con un mio amico, gli ho riferito di tenersi lontano da uno in scooter che ci precedeva. Dopo pochi minuti, accadeva un fatto: quello col motorino è quasi caduto e ha sbandato, rallentando notevolmente. Se il mio amico gli fosse rimasto vicino, lo avrebbe colpito o investito.
Aggiungo: ognuno di noi ha queste doti.

Non ho provato ancora il mix Holcus-Phalaris. Anche se la sola idea mi fà paura (una paura che sento 'amica'), proverò con molta cautela. Ci vorranno mesi o più.

Se con le Falaridi sono un pò restrittivo (non affido agli altri estratti stupefacenti), con questa pianta posso essere ampio, dato che mi fido di essa ciecamente (ma non delle persone).
Non ho tempo.

Avatar utente
Arcano
Messaggi: 548
Iscritto il: sab set 26, 2015 2:11 pm

Re: Holcus

Messaggio da Arcano » ven set 14, 2018 2:18 pm

Molto interessante, hai qualche articolo a riguardo?
Le informazioni da me riportate sono esclusivamente a scopo informativo.
Non intendo incitare nessuno all'uso di sostanze stupefacenti. Peace

Avatar utente
era
Messaggi: 1062
Iscritto il: gio feb 15, 2018 7:51 pm

Re: Holcus

Messaggio da era » ven set 14, 2018 5:25 pm

http://herbiguide.com.au/Descriptions/h ... re_Fog.htm

https://www.cabi.org/isc/datasheet/114824

https://www.fs.fed.us/database/feis/pla ... n/all.html

https://echa.europa.eu/information-on-c ... 00.085.923

http://www.sapere.it/enciclopedia/bambagióne.html

Le informazioni nel web sono sempre da filtrare.
Non trovo un sito, nel quale è descritta come una pianta che ha la 'capacità di estrarre':
- estrarre cosa? L'essere indica, l'Holcus estrae.

Giorni fà mi sono beccato un'orticaria e parte di essa è stata trattata con farmaci, parte con Holcus (estratto). I farmaci stanno agendo con un pò di difficoltà, la parte trattata con estratto di Holcus (basificato Ca(OH)2, ripreso con etanolo a caldo, essiccato con successiva addizione di H2O 1:1, 1:8 a seconda dall'applicazione) ha eliminato il problema in due giorni.
Un mio amico, raccogliendo fichi, ha notato l'accenno all'orticaria ed è stato tempestivo nell'utilizzo dell'estratto: in poche ore è scomparso tutto (solitamente gli dura giorni).
Non ho tempo.

Avatar utente
Fractal Cloud
Messaggi: 127
Iscritto il: mar mag 31, 2016 8:46 am

Re: Holcus

Messaggio da Fractal Cloud » ven set 14, 2018 5:44 pm

Per curiosità, l'estratto te lo produci tu o è una pianta utilizzata in erboristeria? Curiosamente da nessuna parte trovo che le siano attribuite proprietà in qualche modo officinali, è considerata meramente un'erbaccia (io stesso l'ho presente come tale, essendo stato per tanti anni un appassionato lettore di libri di flora spontanea).

Comunque se fumi 10-15 sigarette al giorno, stai usando anche la pianta del tabacco, che non è mica come dire niente ;)
Ogni persona che incontri combatte una battaglia di cui non sai nulla. Sii gentile.

Avatar utente
era
Messaggi: 1062
Iscritto il: gio feb 15, 2018 7:51 pm

Re: Holcus

Messaggio da era » ven set 14, 2018 8:58 pm

Fractal Cloud ha scritto:
ven set 14, 2018 5:44 pm
Per curiosità, l'estratto te lo produci tu o è una pianta utilizzata in erboristeria? Curiosamente da nessuna parte trovo che le siano attribuite proprietà in qualche modo officinali, è considerata meramente un'erbaccia (io stesso l'ho presente come tale, essendo stato per tanti anni un appassionato lettore di libri di flora spontanea).
Erbaccia come tante. Ogni pianta è composta da costituenti chimiche, pertanto citerò: 'contro ogni male vi è una pianta che cresce'.
In erboristeria? ...è una pianta indomabile, comunque ho chiesto proprio ad alcuni farmacisti se si può 'commercializzare'. Il problema è che lavorandola con i macchinari, perde troppe proprietà.
Comunque non ho ancora intravisto una pianta che non abbia delle costituenti.
La conosco a memoria e sò bene come funziona, tanto che più persone ne stanno giovando.
Comunque se fumi 10-15 sigarette al giorno, stai usando anche la pianta del tabacco, che non è mica come dire niente ;)
10-15 erano i cannoni, le sigarette sono 5-10;
Non ho intenzione di privarmi dei vizi e venero pure la Nicotiana.
Hai mai smesso di colpo di fumare etti di erba?
Non ho tempo.

Avatar utente
Fractal Cloud
Messaggi: 127
Iscritto il: mar mag 31, 2016 8:46 am

Re: Holcus

Messaggio da Fractal Cloud » sab set 15, 2018 9:16 am

era ha scritto:
ven set 14, 2018 8:58 pm
Erbaccia come tante. Ogni pianta è composta da costituenti chimiche, pertanto citerò: 'contro ogni male vi è una pianta che cresce'.
In erboristeria? ...è una pianta indomabile, comunque ho chiesto proprio ad alcuni farmacisti se si può 'commercializzare'. Il problema è che lavorandola con i macchinari, perde troppe proprietà.
Comunque non ho ancora intravisto una pianta che non abbia delle costituenti.
La conosco a memoria e sò bene come funziona, tanto che più persone ne stanno giovando.
Non ho mica messo in dubbio le tue parole, semplicemente conosco tante piante che sono ritenute avere delle proprietà ma di fatto sono poi piuttosto flebili e mi stupisce che le proprietà di questa non siano citate da nessuna parte, e che non esista nemmeno una benché minima classificazione di ciò che conterrebbe (alcaloidi?).
era ha scritto:
ven set 14, 2018 8:58 pm
10-15 erano i cannoni, le sigarette sono 5-10;
Non ho intenzione di privarmi dei vizi e venero pure la Nicotiana.
Hai mai smesso di colpo di fumare etti di erba?
Beh sicuramente non fumavo tanto come te, ma fino a fine giugno fumavo una media di 6 canne al giorno sparse tra la mattina e la sera da ormai due anni e mezzo (prima di allora fumavo solo la sera), e ho smesso da un giorno all'altro per varie ragioni. Sicuramente la scimmia c'è e mi è rimasta la voglia specie nelle giornate stressanti, tuttavia ho smesso con le (già pochissime) sigarette da un anno e passa e di certo non mi ci ributto per quello. Quando mi va, prima di dormire fumo una canna di cannabis light giusto per il sapore e per la "nostalgia", ma direi che si può sopravvivere benissimo.

Comunque la mia obiezione era un'altra, ovvero, non puoi dire "smetto con la cannabis per usare l'holcus perché considero una pianta alla volta", perché il tabacco non solo è una pianta, ma è zeppa di molecole dalle varie proprietà.
Ogni persona che incontri combatte una battaglia di cui non sai nulla. Sii gentile.

Avatar utente
era
Messaggi: 1062
Iscritto il: gio feb 15, 2018 7:51 pm

Re: Holcus

Messaggio da era » dom set 16, 2018 1:03 pm

Fractal Cloud ha scritto:
sab set 15, 2018 9:16 am
tante piante che sono ritenute avere delle proprietà ma di fatto sono poi piuttosto flebili e mi stupisce che le proprietà di questa non siano citate da nessuna parte, e che non esista nemmeno una benché minima classificazione di ciò che conterrebbe (alcaloidi?).
Non è una pianta dagli effetti flebili, ma inizialmente non si fà sentire. La caratteristica di molti estratti vegetali è proprio che agiscono dopo periodi prolungati.
Effettivamente nel web non ho trovato molte informazioni, ma alcune sì. Elenco:
- ha la capacità di estrarre
- alcune persone che l'hanno assunta (decotto/infuso?=velenoso), hanno 'sciacquato' lo iodio dala tiroide (a mio parere hanno dato questo input alla pianta, chissà come)(io non ho notato ciò, con tanto di aiuti da parte di più esperti)

Tra i vari siti che ho elencato in un post precedente, sono elencate alcune sostanze presenti.
Potrebbe esserci di più, magari qualcuno sarà capace di trovare qualcosa. Perciò chiedo.
Comunque la mia obiezione era un'altra, ovvero, non puoi dire "smetto con la cannabis per usare l'holcus perché considero una pianta alla volta", perché il tabacco non solo è una pianta, ma è zeppa di molecole dalle varie proprietà.
Dovrò quindi essere più preciso, dato che durante l'utilizzo della cannabis (3-4 mesi), fumavo comunque qualche sigaretta.
Avrei potuto optare per la tintura di Holcus (preparato/basificato). Sarebbero rimaste le sigarette, che non ho escluso.

Se hai smesso di fumare da un giorno all'altro il tabacco, vuol dire che sai importi dinnanzi ai tuoi vizi, ...ma non tutti ne sono capaci.
Se deciderò di accantonare il tabacco, saprò dire se l'Holcus può essere d'aiuto.
Poi ci sarebbe il vizio del fumo, quindi bruciare e aspirare piante di varia natura (sino al 600 il tabacco non c'era).

Ci sarebbe poi la possibilità di fumare un estratto di Holcus in una pipa di vetro, senza la fiamma diretta ecc...
Non ho tempo.

Avatar utente
Fractal Cloud
Messaggi: 127
Iscritto il: mar mag 31, 2016 8:46 am

Re: Holcus

Messaggio da Fractal Cloud » mar set 18, 2018 9:49 am

era ha scritto:
dom set 16, 2018 1:03 pm
Se hai smesso di fumare da un giorno all'altro il tabacco, vuol dire che sai importi dinnanzi ai tuoi vizi, ...ma non tutti ne sono capaci.
Se deciderò di accantonare il tabacco, saprò dire se l'Holcus può essere d'aiuto.
Poi ci sarebbe il vizio del fumo, quindi bruciare e aspirare piante di varia natura (sino al 600 il tabacco non c'era).

Ci sarebbe poi la possibilità di fumare un estratto di Holcus in una pipa di vetro, senza la fiamma diretta ecc...
In realtà non è stata un'imposizione, a un certo punto ho iniziato a percepirla mentalmente e fisicamente come un'abitudine dannosa e stupidamente inutile (parlo del fumare sigarette, o meglio tabacco che rollavo da me). Penso che sia stato un processo in cui anche gli psichedelici hanno avuto una parte, il resto l'ha fatto la crescita e l'aver intensificato l'attività fisica. Ero a Venezia e mi sono acceso una sigaretta con l'aperitivo, a metà ho deciso che sarebbe stata l'ultima e così è stato, da allora non ho mai più accettato nemmeno un tiro di tabacco, se non le volte in cui ho fumato hashish. Comunque fumavo poco e non penso che fosse abbastanza per avere una dipendenza fisica dalla nicotina, il cui effetto, peraltro, non mi è mai piaciuto.

Come dici tu esiste poi a parte il vizio del fumo inteso come combustione, quello è diverso e ancora ce l'ho, per questo ogni tanto fumo una "canna" di erba al CBD, anche se devo dire che se a luglio ne facevo 2-3 a sera, ora ne sto fumando solo una ogni qualche giorno. La differenza fisica si sente, purtroppo il fumo ha un fascino importante (a me l'idea di fumare piaceva sin da bambino), ma quando smetti ti accorgi di che veleno sia per il corpo. Diciamo che spero di mollarlo del tutto come vizio, e di tenerlo come semplice metodo di assunzione della cannabis quando avrò occasione di assumerla di nuovo.
Ogni persona che incontri combatte una battaglia di cui non sai nulla. Sii gentile.

Avatar utente
era
Messaggi: 1062
Iscritto il: gio feb 15, 2018 7:51 pm

Re: Holcus

Messaggio da era » gio set 20, 2018 1:27 am

Fractal Cloud ha scritto:
mar set 18, 2018 9:49 am

Come dici tu esiste poi a parte il vizio del fumo inteso come combustione, quello è diverso e ancora ce l'ho, per questo ogni tanto fumo una "canna" di erba al CBD, anche se devo dire che se a luglio ne facevo 2-3 a sera, ora ne sto fumando solo una ogni qualche giorno. La differenza fisica si sente, purtroppo il fumo ha un fascino importante (a me l'idea di fumare piaceva sin da bambino),
Forse stiamo parlando del concetto del fuoco, diventato abitudine 30.000 anni fà...


Dopo qualche giorno di utilizzo dell'Holcus, sento di poter accedere alle facoltà del mio 'io'...
Non ho tempo.

Avatar utente
era
Messaggi: 1062
Iscritto il: gio feb 15, 2018 7:51 pm

Re: Holcus

Messaggio da era » dom set 23, 2018 9:19 am

Pensando alla Cannabis cbd, ritengo ottima l'associazione Holcus-Cannabis. Fumare la cbd favorisce il rilassamento, l'Holcus è un attivatore cerebellare.

Espongo un'altra particolarità: spesso, dopo un po' di tempo dopo l'assunzione, si può manifestare 'la musa'. Parlando, si nota (lo sentono anche gli altri) di parlare in rima. Il tutto accade da sè.
Non ho ancora letto le varie opinioni riguardo questa manifestazione, tuttavia vero è che giungono delle spiegazioni che scommetto, sono differenti da quelle di 'protocollo'.
Non ho tempo.

Avatar utente
era
Messaggi: 1062
Iscritto il: gio feb 15, 2018 7:51 pm

Re: Holcus

Messaggio da era » sab set 29, 2018 1:46 pm

Differenze tra due varianti di utilizzo, elenco sensazioni proprie, ma non invito a provare a giocherellare co l'Holcus, neppure ad assumerlo:

goccie alcoluro 96° - utilizzando qualche goccia di estratto, la funzione nootropa si fà sentire in pochi giorni, i sogni lucidi anche. Messo in etanolo, l'estratto* di questa pianta, non influisce sul sonno (*estratto acquoso, basificato e essiccato ecc...). Questa soluzione si è dimostrata utile nel risolvere comparse di noduli di linfa (specie se in combinazione con olio di anice stellato), brufoli -facendoli sparire in tempo record. Fà passare il torcicollo in breve tempo (con la velocità degli antidolorifici farmaceutici non blandi). e altro...

alcoluro essiccato e unito a tabacco, poi fumato -
microgrammi di questo prodotto rendono un gusto piacevole, l'effetto amminico della Nicotiana si fa sentire immediatamente, con battito cardiaco accelerato per un po' di tempo, immediata sensazione di veglia-risveglio, pupille normali 2-3 mm). Spossatezza e ragionamenti lenti svaniscono, per lasciare spazio a iperattività psichica, fluidità della parlata e altro. Andando a dormire, mi sento ricaricato in qualche ora, il sonno passa in secondo piano. ecc...

Entrambi i prodotti mi portano a sognare, per successivamente passare a sogni lucidi, che dopo lunghi periodi cominciano a fondersi con lo stato di veglia.
Il tabacco, se si fuma troppo, dà origine a mal di testa - lo stesso difetto si manifesta se fumo troppo estratto con tabacco. Microgrammi di estratto di Holcus sembrano ripulire il mio sistema nervoso, specie se assunto a scalare - es. a passi di un microgammo, giorno dopo giorno.
Non ho tempo.

Avatar utente
Benway
Scriba
Messaggi: 379
Iscritto il: sab gen 02, 2016 4:35 pm

Re: Holcus

Messaggio da Benway » mer nov 28, 2018 6:16 pm

era ha scritto:
mar set 11, 2018 9:06 pm
C'è qualcuno che ha mai avuto a che fare con queste straordinarie Poacee?

Gli estratti risultano interessanti, ma ci sono delle avvertenze da seguire.
Thread interessante...e pianta di cui non avevo mai sentito parlare.
Ho fatto qualche veloce ricerca on line ed ecco il risultato:

Holcus è un tipo di erba da pascolo che si divide in sottovarianti.
Viene indicata per lo più come foraggio per il bestiame e non sembra neanche essere delle qualità migliori.
https://en.wikipedia.org/wiki/Holcus

Ho cercato possibili analisi chimiche e non ho trovato nulla di serio.
Essendo della famiglia delle graminacee dovrebbe contenere gramina ( che è un potente allergene ).
L'unico riferimento ad una specie di Holcus in ambito chimico l'ho trovato a questo link:
Elementi di chimica filosofico-sperimentale - https://books.google.it/books?id=7dKv2S ... ca&f=false

Come si vede si riesce ad estrarre l'acido benzoico da svariate fonti fra cui l'Holcus e l'erba delle praterie naturali in genere ( di cui l'Holcus è parte.. )
Dunque mi viene da supporre che oltre alla gramina contenga anche acido benzoico.

Cos'è e che fa questo acido?
https://it.wikipedia.org/wiki/Acido_benzoico

Riporto questa parte che credo possa essere di nostro interesse:
"Alimenti
L'acido benzoico (siglato come E 210) ed i suoi sali o esteri (siglati come E 211, E 212, E 213) sono usati come additivi alimentari.
Il benzoato di sodio, il sale sodico dell'acido benzoico, è uno dei principali agenti anti-microbiotici usato nei cibi e nelle bevande poiché è 200 volte più solubile dell'acido benzoico.

La sua attività antimicrobica si asplica in seguito all'assobimento da parte delle cellule, dove modifica il PH, con conseguente inibizione degli enzimi ossoglutarato deidrogenasi e succinato deidrogenasi del ciclo di Krebs e di alcuni enzimi coinvolti nella fosforilazione ossidativa.
L'efficacia dell'acido benzoico e del benzoato dipende quindi dal pH del cibo, per questo viene utilizzato principalmente in cibi e bevande acide come i succhi di frutta, bevande gassate o alcoliche e sottaceti.
Agisce principalmente su lieviti e muffe e, solo in maniera secondaria, sui batteri.

Medicina
L'acido benzoico è un componente dell'unguento di Whitfield, che viene utilizzato per il trattamento di malattie della pelle fungine come tigna e piede d'atleta.
L'acido benzoico è anche un ingrediente importante sia nella tintura di benzoino e nel balsamo di frate, usati come antisettici topici e decongestionanti delle vie aeree.
Venne usato anche come espettorante, analgesico e antisettico."


e poi:
"L'acido benzoico è tossico a dosi eccessive (comunque inferiori al grammo, per individuo) la sua concentrazione è limitata al massimo allo 0,1%.
Non viene accumulato nell'organismo ma escreto nelle urine sotto forma di acido ippurico. Si può trovare naturalmente in alcune piante, resine ed in alcuni animali.
Quantità apprezzabili sono stati trovati nella maggior parte delle bacche (circa 0,05%).
Frutti maturi delle specie di Vaccinium (ad esempio il mirtillo, V. vitis idaea, mirtillo nero, V. macrocarpon) contengono fino al 0,03-0,13% di acido benzoico."


Ok...è tossico a dosi eccessive, ma che significa di preciso?
Ha a che fare con la parte di sogno lucido/allucinatoria?

Non credo...ecco che dice la Treccani:
"Farmacologia. - L'acido benzoico è adoperato per via interna nelle affezioni polmonari acute, nelle bronchiti croniche e agisce come espettorante e come disinfettante delle vie respiratorie.
Per queste sue proprietà antisettiche è pure consigliato nelle pielo-nefriti.
I sali adoperati sono il benzoato d'ammonio, di calcio, di litio e più specialmente il benzoato di soda che sotto forma di collutorio e in misture, pozioni, pillole, ecc. si usa nelle angine, nelle laringiti, nelle tracheo-bronchiti, poi, come diuretico, nella gotta e nell'uricemia e infine, come colagogo, nella litiasi biliare.
L'acido benzoico, introdotto nell'organismo, si elimina in parte inalterato con le orine in gran parte combinato con la glicocolla COOH•CH2•NH2, così da dar origine all'acido ippurico: C6H5•CO•NH•CH2•COOH.
Quest'acido è così denominato perché si trova normalmente nell'orina dei cavalli, come dimostrò per la prima volta il fisiologo Bunge.
La sintesi della glicocolla con l'acido benzoico avviene principalmente, come lo Schmiedeberg ha dimostrato, per opera di un fermento nel rene.
Alcune condizioni della vita possono forse far mutare questo potere di sintesi che ha l'organismo.
Il Cantoni nell'Istituto farmacologico di Genova (Benedicenti) ha dimostrato che la sintesi dell'acido ippurico è molto ridotta durante la gravidanza, mentre torna normale nel periodo del puerperio.
A forti dosi (gr. 0,2% del peso corporeo) l'acido benzoico è tossico e può uccidere l'animale con sintomi di paralisi del sistema riervoso."

- http://www.treccani.it/enciclopedia/aci ... aliana%29/

Un altro riferimento in merito se lo si dovesse ingerire puro:
"Principali sintomi ed effetti, sia acuti che ritardati - Irritazione, Tosse, Cefalea, Disturbi gastrointestinali, Nausea, Vomito, Diarrea, Dispnea, Rischio di gravi lesioni oculari".

Magari la parte allucinatoria è data da una terza molecola ( oltre la gramina e l'acido benzoico ) che non siamo ancora riusciti ad identificare..o chissà che diavolo?!
Finchè non si trova un'analisi chimica ben fatta della pianta si brancolerà nel buio.
Comunque esistono varie specie erbacee ( come le varie phalaris e la reed canary grass ) che contengono piccole concentrazioni di dmt, 5-meo-dmt e bufotenina. Potrebbero essere loro gli scatenati?
Anche in assenza di MAOi ed a basse concentrazioni???
L'acido benzoico invece sembra parte efficace di certi sollievi da te descrtitti ( irritazione cutanee, liberazione delle vie respiratorie, etc.. ).

Mi viene perciò naturale chiederti:

- Qual'è il procedimento di estrazione che esegui partendo da materia vegetale secca?
- Potresti descriverlo passo-passo?
- Posologia?
- Dopo quanto esattamente si manifestano i primi effetti di sogno lucido/allucinatori?
- Per quanto persistono e fino a che intensità arrivano?


Grazie in anticipo! :D

Avatar utente
era
Messaggi: 1062
Iscritto il: gio feb 15, 2018 7:51 pm

Re: Holcus

Messaggio da era » gio nov 29, 2018 2:54 am

Arcano ha scritto:
gio set 13, 2018 10:15 pm

Sono curioso, accetto volentieri nuove info e perché no, anche studiarla.
Benway ha scritto:
mer nov 28, 2018 6:16 pm
Finchè non si trova un'analisi chimica ben fatta della pianta si brancolerà nel buio.
Dal punto di vista chimico sì. Prendiamo in considerazione che la conoscenza delle piante si basa prevalentemente sul loro utilizzo, i tasselli molecolari possono darci dei suggerimenti, ma il resto sta nel rapporto pianta-umano = entità-entità.
Non posso dire di brancolare nel buio, perché è da parecchio tempo che ne ho fatto una panacea.
Comparandolo con la Phalaris Aquatica, l'Holcus è nettamente più intenso.
Comunque esistono varie specie erbacee ( come le varie phalaris e la reed canary grass ) che contengono piccole concentrazioni di dmt, 5-meo-dmt e bufotenina. Potrebbero essere loro gli scatenati?
Intendevi scatenanti probabilmente.

Probabilmente contiene dmt e 5-oh-dmt:
traggo queste conclusioni dalla comparazione con la Phalaris Aquatica.
Anche in assenza di MAOi ed a basse concentrazioni?
Non ne faccio utilizzo, tuttavia non è da escludere che ne contenga piccolissime quantità.
L'acido benzoico invece sembra parte efficace di certi sollievi da te descrtitti ( irritazione cutanee, liberazione delle vie respiratorie, etc.. ).
Grazie per aver individuato l'acido benzoico, pian piano emergono alcune delle costituenti che permetttono di intravedere gli aspetti chimici.
Viste le quantità di estratto utilizzate, 1mg al giorno, non credo che le proprietà siano da attribuire all'acido benzoico.
Quest'acido giustificherebbe il suo utilizzo farmacologico contro alcune allergie.

Mi viene perciò naturale chiederti:

- Qual'è il procedimento di estrazione che esegui partendo da materia vegetale secca?
Si presta meglio la pianta fresca, specie nei mesi invernali.
Se indoor o outdoor, la differenza è netta.
Più ricca in sostanze amminiche, quella indoor è comunque più semplice da utilizzare.
Fresca, perché durante l'essiccazione possono avvenire cambiamenti nella composizione chimica.
- Potresti descriverlo passo-passo?
Indoor, un litro di pianta triturata con forbici o coltello+tagliere.
Al trito và aggiunto un litro di acqua (volume 1:1).
A parte preparo 30-50g di CaO messi in 150-300ml di acqua (non è determinante la concentrazione, bensì la qualità del CaO e la temperatura raggiunta, 80-95°C).

Il Ca(OH)2 + H2O ottenuto e ancora caldo deve essere denso quanto uno sciroppo. (Vedi preparazione grassello di calce). Questo viene aggiunto al trito in acqua.
Quindi procedo col miscelare il tutto e lascio riposare per 1 giorno in un vaso chiuso non ermeticamente, sopra una fonte di calore di 60-70°C.

Il giorno successivo metto il contenuto del vaso in uno straccio sintetico (utilizzando guanti) e divido il liquido dal solido.
Metto il liquido in un vaso e lascio sedimentare per qualche ora, mentre il solido và a finire nel mortaio per ridurre in poltiglia la pianta (parti aeree). A questa poltiglia aggiungo 1 volume di acqua e il sedimento della parte liquida. Miscelo e lascio riposare un altro giorno al caldo.

Ripeto l'operazione ancora la terza volta e raccolgo tutta la parte liquida, di color giallo.

Raffino la parte liquida con Ca(OH)2, lasciando sedimentare l'idrossido ingiallito/verde (dipende dalla ripresa).

La parte liquida di color giallo chiaro viene fatta essiccare. Resta un residuo color giallo uovo, che riprendo con acqua - ca. 100ml.
Faccio sedimentare, estraggo il liquido, lo faccio essiccare e ripeto lo step appena descritto.

Riprendo il prodotto con etanolo alimentare 96° a caldo, lascio sedimentare e estraggo la soluzione alcolica.

Utilizzo l'alcoluro, oppure lo essicco.

Questa è la prima variante e la più semplice.
Ne ho provate svariate.
- Posologia?
Meno di 1mg al giorno.
- Dopo quanto esattamente si manifestano i primi effetti di sogno lucido/allucinatori?
Dipende, giorni, settimane.
Non si manifestano allucinazioni, ma visioni e sogni lucidi e premonitori.
- Per quanto persistono e fino a che intensità arrivano?
Non funziona con picchi di x ore o minuti, si va in continuo.
Ciò che mi ha stupito di più è il fatto che non ha effetti stupefacenti, ma è la più potente sostanza che abbia mai provato....
Non ho tempo.

Avatar utente
Benway
Scriba
Messaggi: 379
Iscritto il: sab gen 02, 2016 4:35 pm

Re: Holcus

Messaggio da Benway » gio nov 29, 2018 10:18 am

Grazie 1000 x tutte le informazioni! :D
era ha scritto:
gio nov 29, 2018 2:54 am
Dal punto di vista chimico sì. Prendiamo in considerazione che la conoscenza delle piante si basa prevalentemente sul loro utilizzo, i tasselli molecolari possono darci dei suggerimenti, ma il resto sta nel rapporto pianta-umano = entità-entità.
Infatti intendevo dal punto di vista chimico e di interazione con la biologia umana. Per il resto sono perfettamente d'accordo con te.
era ha scritto:
gio nov 29, 2018 2:54 am
Intendevi scatenanti probabilmente
Si, mi è partita una N e rileggendo alla veloce non me ne sono accorto.
Uso il termine scatenanti perchè, dai tuoi racconti, sembra che "stimoli" in qualche modo il corpo a produrre qualcosa che dopo un certo lasso di tempo diventa manifesto. Perciò non fa un effetto di per se ( come qualsiasi altra droga ), ma stimola il corpo a produrre un effetto....se ho capito bene...
era ha scritto:
gio nov 29, 2018 2:54 am
Non funziona con picchi di x ore o minuti, si va in continuo.
Ciò che mi ha stupito di più è il fatto che non ha effetti stupefacenti, ma è la più potente sostanza che abbia mai provato....
In effetti sembra più un microdosing.

Avatar utente
era
Messaggi: 1062
Iscritto il: gio feb 15, 2018 7:51 pm

Re: Holcus

Messaggio da era » ven nov 30, 2018 11:01 am

Benway ha scritto:
gio nov 29, 2018 10:18 am
Grazie 1000 x tutte le informazioni! :D
Non c'è di che, grazie per l'interessamento.
Uso il termine scatenanti perchè, dai tuoi racconti, sembra che "stimoli" in qualche modo il corpo a produrre qualcosa che dopo un certo lasso di tempo diventa manifesto. Perciò non fa un effetto di per se ( come qualsiasi altra droga ), ma stimola il corpo a produrre un effetto....se ho capito bene...
Non avendo delle analisi chimiche complete, si và per deduzione.
Riassumo in punti ciò che ho notato:
- l'estratto, se applicato sulla cute, agisce facendo migrare alcune sostanze attraverso i pori
- se fumato, agisce lasciando i polmoni liberi. L'azione fisica è immediata, sentendo il battito del cuore, questo accelera per minuti.
- la componente alcaloidica è evidente (comparo con altre piante contenenti amine, specie con le Poacee)
- sembra agire da attivatore
- spazza via le tossine dal corpo (è constatabile)
- non provoca midriasi
- l'utilizzatore nota di essere al pieno di facoltà che nemmeno si sognava di avere
- stimola lo stato di veglia e attenzione
- utilizzato con altre sostanze, sembra livellare la loro azione, emulandola
- a lungo andare, può far maniestare la 'musa' (parlare in rima)
- fà comprendere le parole e scritte (altrui o proprie) istantaneamente sotto più aspetti, semplici da comprendere quando non si è 'intasati' dalla normalità/quotidianità o da altre sostanze
- esplica un potere farmacologico non da niente: (riporto varie esperienze di più persone ) sensazione di immunizzazione, pulizia delle ossa, soluzione di problemi epidermici, soluzione di cancri (anche gravi), pulizia delle vie respiratorie, attenuazione dei reumatismi, vista più nitida, soluzione del metabolismo veloce, attenuazione di cisti•emorroidi•reazioni da funghi della pelle con possibile guarigione, piena efficienza fisico/psichica ecc...
- non provoca astinenza o assuefazione
- fá comprendere il linguaggio animale, quello vegetale; mette in contatto con delle entità che potrebbero essere i residenti della materia: dal mio punto di vista gli atomi sono intelligenze immortali
- ...potrei aggiungere ancora un bel po'
In effetti sembra più un microdosing.
Andare oltre 1 mg al giorno ti carica troppo. Il microdosing di questo estratto potrebbe essere stimato in microgrammi.
Riporto il seguente suggerimento, tratto dai testi dell'arte sacra: Visita Interiora Terrae Rectificando Invenies Occultum Lapidem (Veram Medicinam).

Ognuno di noi è artefice della propria vita, purificandosi prende le redini in mano.

L'esagerazione porta a stitichezza e emicrania, bisogna fare attenzione.

Riporto le ultime due esperienze:
- un mio amico che dopo 5 ore di lavoro era stanco, ha lavorato 17 ore al dì senza sentire la fatica, bevendo 5 gocce al giorno (in qualche anno ha provato poche volte) ; ha avuto sogni intensi
- mi si sono infettate le ghiandole delle palpebre,sembra essere un problema serio. L'occhio trattato con cortisone+antibiotico è peggiorato comunque, quello trattato con estratto (sempre Holcus) al 5% di alcol è tornato sano in dieci giorni


Cresce copioso dappertutto.
Non ho tempo.

Avatar utente
LaFouine
Messaggi: 384
Iscritto il: sab ott 10, 2015 7:12 pm

Re: Holcus

Messaggio da LaFouine » sab dic 01, 2018 12:11 pm

mi sarebbe piaciuto vederti entrare in farmacia e cheidere della pianta ihihihih. io mi trovo strabene con la datura,pensa mi è fiorita anche oggi 1 dicembre, un bellissimo rapporto con lei,fatto di rispetto di lunghe chiacchierate e rispetto per lei.a volte basta un seme e sembro esaltato dal alcool,a volte una foglia intera e tranquillita.è davvero una pianta viva rispetto alle altre è sempre piena di soprese.è come andare a consocere una nuova ragazza ogni volta, non sai mai come si comprtera.pero non mi ha mai incasinto rispetto a altri
kaixo :mrgreen:

Rispondi