Ibogaina

Discussioni generiche sulle molecole più o meno pure
Rispondi
Avatar utente
Renegade
Messaggi: 46
Iscritto il: gio apr 28, 2016 9:25 pm

Ibogaina

Messaggio da Renegade » sab apr 30, 2016 12:56 pm

Versatile e funzionale, conosciuta ma non ancora quanto merita... Non sto pubblicizzando un nuovo modello di Volkswagen, ma presentando la signora Ibogaina.
Molecola psicoattiva presente in varie specie di piante, ma soprattutto nelle radici dell' africana Tabernanthe iboga.
Immagine.JPG
Nome sistematico: 12-metossibogamina

Punto di fusione: 148°C.

Solubilità: alcol etilico, etere, cloroformio, acetone e benzene



EFFETTI

A basse dosi(psicostimolante)
aumentalo stato di allerta, riduce fatica, fame, sete e voglia di assumere altre sostanze (alcune fonti dicono che funzioni persino come afrodisiaco)

Ad alte dosi(Allucinogeno)
Gli effetti iniziano 45 minuti dopo la somministrazione e possono durare più di dodici ore (sono stati registrati casi di durata assai maggiore), limpide visualizzazioni (attenzione: si parla di vere e proprie visioni, non di allucinazioni) che variano da soggetto a soggetto e durano 6 ore sono ciò che la distingue da tutte le altre droghe

EFFETTI COLLATERALI
Nausea, vertigini, tremori, aumentata sensibilità alla luce, parziale perdita di controllo dei movimenti del corpo, acufeni e a volte vomito

EFFETTI COLLATERALI A LUNGO TERMINE
Non riscontrati

TOSSICITA'
Solo presunta: in Olanda vi sono stati tre decessi da parte di consumatori della sostanza, ma le cause delle morti non è stato possibile individuarle



UN PO' DI CULTURA... 8-)

USO ORIGINARIO
Veniva e viene usata da alcune tribù africane per compiere riti d' iniziazione, i partecipanti affermano di imbattersi in nitide visioni che li aiutano a superare paure ed emozioni negativi al fine di divenire uomini maturi.

SCOPERTA ("ufficiale")
Si dice che fu' scoperta casualmente nel 1962 da un eroinomane Newyorkese che l'assunse a scopo ricreativo per poi accorgersi che non sentiva più il bisogno di oppiacei e prendere la saggia decisione (chi non l'avrebbe fatto?) di alzarci su un business facendo brevettare un farmaco contro la dipendenza da droghe.

RICERCHE
Ve ne sono state alcune ed hanno confermato che si tratta di una triptamina, psicostimolante e allucinante se assunta con alti dosaggi. Questa molecola interagisce principalmente con la serotonina e il glutammato, quest'ultimo è responsabile dell'attivazione dei recettori NMDA sui quali l' Ibogaina agisce da antagonista, da qua le sue accertate proprietà antidipendenza.
Nel '95 si decise di sospendere improvvisamente le ricerche, c'è chi attribuisce queste decisioni al fatto che si trattasse pur sempre di un'allucinogeno e chi punta il dito sulla rabbia delle cause farmaceutiche (io credo..Che lo dico a fare? Il titolo parla da sé)

LEGALITA'
L'uso di tale sostanza è illegale negli Stati Uniti, in Svezia, Danimarca, Belgio e Svizzera.
È legale in Italia dove ancora oggi viene usata per due tipi di trattamento sperimentale, uno focalizzato per la lotta alla tossicodipendenza, il secondo per rendere le sedute psicologiche più divertenti :D



Concludo citando una parte de "Le mie osservazioni sull' Ibogaina" di Brian Mariano (studioso della sostanza) e ponendovi l'ovvia domanda:
Le parole-chiave per ibogaina sono la "vista interna" e lo "spazio" per cambiare. L'esperienza è
molto variabile e individuale, ma la sua cornice di solito contiene una profonda analisi della
propria personalità, lati deboli e forti solitamente compiuta da una sorta di super-etico punto di
vista, oltre al cambiamento emotivo e comunicabilità interna. La procedura emozionale con
l'ibogaina funziona approssimativamente in questo modo: uno vede le immagini degli eventi
emotivamente intensi della propria vita, una dopo l'altra, come quando si vedono le diapositive.
Ogni cosa scorre molto veloce sotto l'effetto dell'ibogaina. La mente lavora come un processore
Pentium e i pensieri sono come sottintesi multi-dimensionali, ognuno raggiunto in un centesimo
di secondo. Il processo emotivo è più cognitivo se paragonato alla "pulitura" della terapia
regressiva. In una regressione, uno rivive gli eventi passati e le trascorse emozioni, e col
portarle a galla dal subconscio alla normale consapevolezza, essi vengono rilasciati. L'ibogaina
è più sull'esserne coscienti e comprensivi. Tuttavia, il risultato finale è apparentemente molto
simile.

(Per chi fosse interessato, l'intero documento è facilmente reperibile su internet.)

Voi cosa ne pensate?

https://www.visionecurativa.it/

speed
Messaggi: 9
Iscritto il: lun mar 28, 2016 1:59 pm

Re: Ibogaina e scienza contro il progresso

Messaggio da speed » sab apr 30, 2016 3:08 pm

Il fatto è che ci sono vari resoconti e testimonianze di gente che dopo averla assunta una sola volta è uscita da dipendenze, da oppiacei e non, e nonostante questo non se ne sente mai parlare... però se le masse venissero a sapere di un allucinogeno "buono" che aiuta a guarire, probabilmente il mondo imploderebbe ahah.

Non ho mai trovato info dettagliate su come funziona esattamente, forse perché ancora non ce ne sono. Quello che si sa, quindi, è solo che agisce sia come serotoninergico sia come dissociativo?

Avatar utente
gigilatrottola
Messaggi: 49
Iscritto il: gio apr 07, 2016 12:14 pm

Re: Ibogaina e scienza contro il progresso

Messaggio da gigilatrottola » sab apr 30, 2016 3:12 pm

In realtà altri dicono che le cure,oltre all'ibogaina aggiungano anche ero........Poi cmq rimane un mistero del perchè tossici smettano di fare uso di oppiacei dopo aver assunto l'iboga.....bho.....
L'etere stava svanendo, l'acido era sparito da un pezzo, ma la mescalina stava andando forte

Avatar utente
Renegade
Messaggi: 46
Iscritto il: gio apr 28, 2016 9:25 pm

Re: Ibogaina e scienza contro il progresso

Messaggio da Renegade » sab apr 30, 2016 4:00 pm

speed ha scritto:se le masse venissero a sapere di un allucinogeno "buono" che aiuta a guarire, probabilmente il mondo imploderebbe
:asd: sei un grande... Allora tengo ad aggiungere:

:!: Nel caso in cui fossi una persona bigotta sappi che prendendo coscienza di queste informazioni potresti incorrere in seri danni: aneurisma cerebrale, sincope e morte causa esplosione della scatola cranica (sono stati registrati casi di persone che si sono spontaneamente asportate i bulbi oculari). Prendi coscienza delle possibili conseguenze e leggi a tuo rischio e pericolo, gli utenti del forum declinano ogni responsabilità. :!:

speed ha scritto:Non ho mai trovato info dettagliate su come funziona esattamente, forse perché ancora non ce ne sono. Quello che si sa, quindi, è solo che agisce sia come serotoninergico sia come dissociativo?
Si, e che dissociativo! Se non l'hai ancora fatto ti consiglio di leggere i vari racconti di chi l'ha provata; è una sostanza molto interessante a prescindere dai miracolosi effetti anti-assuefazione



gigilatrottola ha scritto:In realtà altri dicono che le cure,oltre all'ibogaina aggiungano anche ero......
Non credo che aggiungano ero, non avrebbe molto senso e nei case report che ho letto non l' hanno somministrata, si assicuravano addirittura che il soggetto fosse "pulito" da qualche giorno prima di cominciare col trattamento.
Dove hai letto la notizia dell'"aggiuntina"?
Ultima modifica di Renegade il sab apr 30, 2016 4:14 pm, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
astraldream
Messaggi: 1355
Iscritto il: gio set 17, 2015 11:16 pm

Re: Ibogaina e scienza contro il progresso

Messaggio da astraldream » dom mag 01, 2016 12:17 am

gigilatrottola ha scritto:In realtà altri dicono che le cure,oltre all'ibogaina aggiungano anche ero........Poi cmq rimane un mistero del perchè tossici smettano di fare uso di oppiacei dopo aver assunto l'iboga.....bho.....
No!!
Zero eroina o oppiacei insieme al trattamento di iboga , è pericolosissimo ....si rischia la vita. ..
L'idea di "sacro" è così limitante...così poco libera da dogmi...da essere poco sacra...la cosa più sacra dovrebbe essere la libertà non i dogmi...

Avatar utente
gigilatrottola
Messaggi: 49
Iscritto il: gio apr 07, 2016 12:14 pm

Re: Ibogaina e scienza contro il progresso

Messaggio da gigilatrottola » dom mag 01, 2016 12:02 pm

Lo lessi in giro non ricordo dove....cmq qui c'è una tipa che muove delle accuse riguardo ad un tipo che agisce con l'ibogaina.....https://gigionetworking.wordpress.com/i ... cioltezza/
L'etere stava svanendo, l'acido era sparito da un pezzo, ma la mescalina stava andando forte

Avatar utente
Renegade
Messaggi: 46
Iscritto il: gio apr 28, 2016 9:25 pm

Re: Ibogaina e scienza contro il progresso

Messaggio da Renegade » dom mag 01, 2016 12:31 pm

gigilatrottola ha scritto:Lo lessi in giro non ricordo dove....cmq qui c'è una tipa che muove delle accuse riguardo ad un tipo che agisce con l'ibogaina.....https://gigionetworking.wordpress.com/i ... cioltezza/
La tipa, Deborah Mash, conduce ricerche sull' ibogaina, non è sfavorevole al suo utilizzo, muove accuse a Lotsof (che è l'eroinomane Newyorkese di cui parlo) perché si sta inemicando il mondo medico-scientifico agendo da speculatore commerciale, cosa che va a discapito della ricerca

Avatar utente
pannocchietta
Messaggi: 155
Iscritto il: lun mar 14, 2016 5:46 pm

Re: Ibogaina e scienza contro il progresso

Messaggio da pannocchietta » mar mag 10, 2016 8:38 pm

Interessante.
Postate un pò di articoli scientifico sul suo utilizzo in campo medico!

Avatar utente
Renegade
Messaggi: 46
Iscritto il: gio apr 28, 2016 9:25 pm

Re: Ibogaina e scienza contro il progresso

Messaggio da Renegade » mar mag 10, 2016 11:21 pm

zibibbo ha scritto:Interessante.
Postate un pò di articoli scientifico sul suo utilizzo in campo medico!
Ne mastichi d'inglese? Dà un'occhiata qua: http://www.ibogaine.desk.nl/science.html

SaulSilver
Messaggi: 312
Iscritto il: dom set 20, 2015 1:52 pm

Re: Ibogaina e scienza contro il progresso

Messaggio da SaulSilver » mer mag 11, 2016 12:54 am

http://www.ibogaine.desk.nl/alkaloids.html

Miglior sito sull'analisi dei recettori coinvolti dall'ibogaina.

Rispondi