Hybrid ATB "Salt" Tek

Estrazioni più o meno grezze di principi attivi
Avatar utente
Psycore
Moderatori
Messaggi: 614
Iscritto il: sab set 19, 2015 6:17 pm

Re: DISCUSSIONE Cybs' Hybrid ATB 'Salt' Tek

Messaggio da Psycore » ven apr 22, 2016 6:40 pm

L'acido acetico puro viene detto acido acetico glaciale ed è un prodotto da laboratorio che necessita di molte accortezze, non credo tu abbia quello per le mani. Se hai dell'aceto bianco da alcol (come credo) e c'è scritto 6% sull'etichetta significa che l'acidità di quel prodotto è al 6% (volume/volume) espressa in acido acetico, come l'acidità dei comuni aceti di vino. Quindi non necessita di ulteriore diluizione.

Con quetsa tecnica sia che usi naphta, toluene, xylene o DCM o qualcos'altro ottieni comunque il fullspectrum, cioè lo spettro di tutti gli alcaloidi e di tutto ciò che si comporta come gli alcaloidi.

Se per qualche motivo (io lo farei solo per prova inizialmente) vuoi avere DMT e basta devi ricristallizzare, ma molti (me compreso) preferiscono il fullspectrum alla dmt bianca. Per questo ti dicevo prova a recristallizarne poca, poi valuti.

Per il lavaggio con ammoniaca non so dirti ora.
Giusto o sbagliato non può essere reato! Free drugs!

https://www.visionecurativa.it/

Avatar utente
astraldream
Messaggi: 1340
Iscritto il: gio set 17, 2015 11:16 pm

Re: DISCUSSIONE Cybs' Hybrid ATB 'Salt' Tek

Messaggio da astraldream » ven apr 22, 2016 7:13 pm

Psycore ha scritto:L'acido acetico puro viene detto acido acetico glaciale ed è un prodotto da laboratorio che necessita di molte accortezze, non credo tu abbia quello per le mani.
Si è proprio acido acetico glaciale ...un boccione da laboratorio...mi chiedevo appunto come poter ottenere il classico aceto bianco da questo acido puro...
In più ho trovato una bottiglia autoclavante graduata in vetro borosilicato scuro ma il tappo è in plastica PK , dovrebbe tenere fino a 140 gradi...ma il mio dubbio è: il tappo regge il contatto con sostanze caustiche?...
Sennò non saprei che contenitore usare...
L'idea di "sacro" è così limitante...così poco libera da dogmi...da essere poco sacra...la cosa più sacra dovrebbe essere la libertà non i dogmi...

Wolly17
Messaggi: 2
Iscritto il: mer ago 03, 2016 12:40 pm

DISCUSSIONE Cybs' Hybrid ATB 'Salt' Tek

Messaggio da Wolly17 » mer ago 03, 2016 1:18 pm

Salve a tutti!Sono nuovo :D premetto che ho avuto diverse esperienze con il DMT e fin da subito me ne sono innamorato e ora,dato che reperirlo nella mia zona è praticamente impossibile,mi è saltata l'idea di provare ad estrarlo.Allora ho scelto questa tek che mi sembrava la più dettagliata e comunque non impossibile anche per me che di chimica so praticamente zero :oops: .Ho ormai quasi tutto il materiale e mi sono informato molto nel dettaglio però ho diverse perplessità e domande da fare sperando mi riusciate a rispondere:

1)Ho letto che qualcuno sconsiglia l'uso di recipienti in vetro e consiglia il polietilene ad alta densità;cosa è meglio per evitare danni?

2)Nel prodotto finale è sicuro al 100x100 che non ci siano residui di soda caustica?Nel senso,se sbaglio qualcosa può essere che mi fumo anche la soda? :shock: qualcuno dice di usare succo di limone che mi sembra leggermente più sicuro.

3)Ho trovato quasi tutti gli ingredienti tranne l'aceto bianco distillato che,chiedendo in farmacia,mi hanno detto che si trova nei negozi cinesi e il ciò mi spaventa un po'.Posso fidarmi a prenderlo da loro?Altrimenti dove lo trovo?

Ecco queste sono le 3 domande principali/generali ora voglio porvi dei quesiti prendendo come riferimento i punti di spiegazione della tek(1-1,1-2,2-1...)così per capirsi meglio e per non stare a riportare ogni frase :D

3 - 1. dicono di usare una padella piuttosto che una pentola,è corretto o è indifferente?

3 - 3. Ci sono temperature precise per l'acqua tiepido-calda?

3 - 4. l'acqua della pentola in cui dobbiamo mettere a bagnomaria il mix deve essere a livello della soluzione o non cambia nulla?meglio tanta acqua o poca per il bagnomaria?

3 - 5. dopo aver agitato il mix devo aprire il tappo per sgasare prima di rimettere a bagno maria?

3 - 6. dice di lasciare a bagnomaria per 1 ora ma in quell'ora devo continuare a tenerla tiepida e agitarla ogni tanto o la devo lasciare nel pentolino senza gas senza toccarla?

5 - 6.7.8 dopo aver agitato il mix con la soda devo sgasare?il mix a bagnomaria deve essere a tappo ben chiuso,aperto o semi-aperto?La temperatura dell'acqua a bagnomaria è importante o basta sia tiepida "a occhio"?

6 - 5. mentre si aspetta che la nafta si separi scrivono di lasciarla riposare ma nel senso di non agitarla ma comunque sempre facendo i cicli riscaldamento/raffreddamento oppure spegnere il gas e non toccare nulla?

7 - 4. domanda stupida:se usiamo 50ml di zippo e poi dobbiamo fare altre 4 estrazioni mi serviranno in tutto 250 ml di zippo o sbaglio?

7 - 5. ecco il discorso pirofile non mi è molto chiaro,dicono di usarne 3 ma mettono fretta nel metterle subito nel freezer.Io delle 5 totali separazioni di nafta che farò devo metterle tutte nella stessa pirofila?e mentre attendo le separazioni metto la pirofila in freezer?e le altre 2 per cosa le uso?

7 - NOTA in che senso estrarre fino a che non esce piu' prodotto?da cosa me ne accorgo?se aggiungo ogni volta 50 ml di zippo la nafta verrà sempre in superficie no?

8 - 1. la nafta che assorbiamo con la pipetta dicono di metterla in un vaso di vetro per usi futuri.Quali usi futuri?quella nafta ha ancor dmt al suo interno?

10 - dopo la raschiatura scrivono che puoi trovare o cristalli o olio,cosa cambia?in entrmbi i modi posso già fumarla in un bong con un pò di menta come fondino o sono costretto a fare changa?Se dovessi fare il changa qualcuno conosce un metodo semplice e veloce?

Ecco,dovrei aver chiesto tutto mi scuso in anticipo per eventuali ovvietà e errori da ignorante in materia ma spero con queste domande di poter aiutare un po' tutti per essere più precisi ai dettagli.Grazie a tutti!

Avatar utente
presep
Messaggi: 9
Iscritto il: mer ago 03, 2016 11:33 pm

DISCUSSIONE Cybs' Hybrid ATB 'Salt' Tek

Messaggio da presep » mar set 06, 2016 3:27 pm

Wolly17 ha scritto: Salve a tutti!Sono nuovo :D premetto che ho avuto diverse esperienze con il DMT e fin da subito me ne sono innamorato e ora,dato che reperirlo nella mia zona è praticamente impossibile,mi è saltata l'idea di provare ad estrarlo.Allora ho scelto questa tek che mi sembrava la più dettagliata e comunque non impossibile anche per me che di chimica so praticamente zero :oops: .Ho ormai quasi tutto il materiale e mi sono informato molto nel dettaglio però ho diverse perplessità e domande da fare sperando mi riusciate a rispondere:

1)Ho letto che qualcuno sconsiglia l'uso di recipienti in vetro e consiglia il polietilene ad alta densità;cosa è meglio per evitare danni?

2)Nel prodotto finale è sicuro al 100x100 che non ci siano residui di soda caustica?Nel senso,se sbaglio qualcosa può essere che mi fumo anche la soda? :shock: qualcuno dice di usare succo di limone che mi sembra leggermente più sicuro.

3)Ho trovato quasi tutti gli ingredienti tranne l'aceto bianco distillato che,chiedendo in farmacia,mi hanno detto che si trova nei negozi cinesi e il ciò mi spaventa un po'.Posso fidarmi a prenderlo da loro?Altrimenti dove lo trovo?

Ecco queste sono le 3 domande principali/generali ora voglio porvi dei quesiti prendendo come riferimento i punti di spiegazione della tek(1-1,1-2,2-1...)così per capirsi meglio e per non stare a riportare ogni frase :D

3 - 1. dicono di usare una padella piuttosto che una pentola,è corretto o è indifferente?

3 - 3. Ci sono temperature precise per l'acqua tiepido-calda?

3 - 4. l'acqua della pentola in cui dobbiamo mettere a bagnomaria il mix deve essere a livello della soluzione o non cambia nulla?meglio tanta acqua o poca per il bagnomaria?

3 - 5. dopo aver agitato il mix devo aprire il tappo per sgasare prima di rimettere a bagno maria?

3 - 6. dice di lasciare a bagnomaria per 1 ora ma in quell'ora devo continuare a tenerla tiepida e agitarla ogni tanto o la devo lasciare nel pentolino senza gas senza toccarla?

5 - 6.7.8 dopo aver agitato il mix con la soda devo sgasare?il mix a bagnomaria deve essere a tappo ben chiuso,aperto o semi-aperto?La temperatura dell'acqua a bagnomaria è importante o basta sia tiepida "a occhio"?

6 - 5. mentre si aspetta che la nafta si separi scrivono di lasciarla riposare ma nel senso di non agitarla ma comunque sempre facendo i cicli riscaldamento/raffreddamento oppure spegnere il gas e non toccare nulla?

7 - 4. domanda stupida:se usiamo 50ml di zippo e poi dobbiamo fare altre 4 estrazioni mi serviranno in tutto 250 ml di zippo o sbaglio?

7 - 5. ecco il discorso pirofile non mi è molto chiaro,dicono di usarne 3 ma mettono fretta nel metterle subito nel freezer.Io delle 5 totali separazioni di nafta che farò devo metterle tutte nella stessa pirofila?e mentre attendo le separazioni metto la pirofila in freezer?e le altre 2 per cosa le uso?

7 - NOTA in che senso estrarre fino a che non esce piu' prodotto?da cosa me ne accorgo?se aggiungo ogni volta 50 ml di zippo la nafta verrà sempre in superficie no?

8 - 1. la nafta che assorbiamo con la pipetta dicono di metterla in un vaso di vetro per usi futuri.Quali usi futuri?quella nafta ha ancor dmt al suo interno?

10 - dopo la raschiatura scrivono che puoi trovare o cristalli o olio,cosa cambia?in entrmbi i modi posso già fumarla in un bong con un pò di menta come fondino o sono costretto a fare changa?Se dovessi fare il changa qualcuno conosce un metodo semplice e veloce?

Ecco,dovrei aver chiesto tutto mi scuso in anticipo per eventuali ovvietà e errori da ignorante in materia ma spero con queste domande di poter aiutare un po' tutti per essere più precisi ai dettagli.Grazie a tutti!

Cioa Wolly17,

decisamente non sono un esperto ma ho fatto qualche tentativo e nella speranza di esserti utile provo a darti qualche risposta...

1) la reazione della soda caustica con l'acqua scalda molto (io sono arrivato a circa 85°) e anche la reazione della soluzioone acida con quella basica non scherza. questo credo che sia il problema principale per la scelta dei materiali. dopo un paio di tentativi ho optato per una beuta ed un bicchiere graduato in vetro borosilicato.

2) il prodotto finale non contiene soda caustica, puoi starne certo!

3)personalmente ho optato per l'acido acetico. l'ho preso in una azienda che si occupa di restauri e similari ma è comunque piuttosto diffuso. ho fatto un solo tentativo con l'aceto da cucina e non ho notatao grandi differenze

rispondo alle domande specifiche ora


3-1 indifferente o se preferisci l'importante è scaldare in modo uniforme. io personalmente uso il lavandino come "pentola" e ci verso dentro l'acqua calda, lontano da fiamme

3-3 direi proprio di no. io ho tentato di mantenere la temperatura dentro la beuta intorno ai 40-50 gradi perchè pare che temperature più alte possano deteriorare la dmt.

3-4 anche qui il consiglio è non perdere di vista lo scopo: tenere la temperatura del contenuto intono ai 40-50. più acqua significa maggior copertura e più "energia" ceduta alla brodaglia. poca acqua coprirà meno e si raffredderà in fretta...

3-5 diciamo di si. far sgasare serve ad evitare pressione, schizzi, rotture. diciamo che ogni volta che agiti e/o aggiungi qualcosa fai sgasare.

3-6 allora, per prima cosa io i tempi, dopo un paio di successi molto relaitvi (poco prodotto) li ho decisamente allungati. il miglior risultato l'ho ottenuto lasciando la soluzioe acida a bagno maria per 10 ore durante le quali ho più volte scaldato, agitato, lasciato raffreddare e lasciato riposare mentre ero al lavoro, e poi di nuovo ancora un'oretta di agitate, riscaldate, raffreddate...

5-6,7,8 si, si produce del gas in questa fase quindi sgasa! io tappo sempre tranne quando sgaso. quando aggiungi la soda alla soluzione acida il tutto scalda abbastanza. io ho tentato di mantenere quella temperatura "a occchio"

6-5 io qui, una volta capito come eviatare l'emulsione, agito come un pazzo! il fatto che taluni dicono di agitare e talaltri no credo dipenda dalla formazione della famigerata emulsione. se questa si forma diventa difficile se non impossibile raccogliere la nafta. per evitarlo, secondo la mia esperienza, sono necessari il passaggio del sale, e nei casi più gravi l'aumento del ph (rendere il tutto più basico). detto quindi come evitare l'emulsione si può shekerare con tutta l'energia del caso, sempre facendo attenzione ai gas che si fomrano. personalmente riguardo alla temperatura, tengo il tutto intorno ai 40°.

7-4 si

7-5 il numero di pirofile è dato dal numero di estrazioni contemporanee: nulla ti vieta di fare una estrazione alla volta! il consiglio che mi permetto di darti è di non mettere più di 100ml di nafta per pirofila e soprattutto di lasciarle mooooolto più a lungo nel freezer: personalmente mi sono dato la regola di lascairle 72 ore! la differenza è sostanziale! così facendo io riesco a ottenere sia i cirstalli che a quel punto recupero filtrando la nafta attrcerso dei filtri da caffè americano, come riportato peraltro su altre tek, sia il goo, cioè quella roba appiccicosa che si deposita sul fondo e che si ottiene con l'evaporazione di tutta la nafta riamnente nella pirofila.

7-nota te ne accorgi in quanto dopo aver tirato fuori la pirofila della 28esima estrazione (si fa per dire...) nulla resta nel filtro e nulla nella pirofila dopo l'evaporazione

8-1 usi futuri sempre per estrazioni. per quanto riguarda se possa o no contenere ancora dmt... diciamo potrebbe! io ho riutilizzato la nafta usata per una estrazione "scarsa" e in quella dopo mi sono ritrovato circa il doppio di quello che mi sarei aspettato. ho poi capito che era dipeso dalla temperatura non estrema del freezer e dei tempi che le pirofile erano state al freddo durante quella che è stata la prima estrazione, quella scarsa.

10 il prodotto finito cambia di aspetto tra cristallo e goo ed anche diverso è l'effetto.... forse! diciamo che il goo è un poco più "morbido" nella partenza ed un poco meno intenso... ma è davvero un'impressione che potrebe dipendere anche da altri fattori quali l'umore, la situazione, la distanza dai pasti... ho letto di chi preferisce una forma piuttosto che l'altra. io credo siano sofismi! quello che posso garantirti è che entrambe le forme funzionano. sull'assunzione non ti posso aiutare in quanto io ho un vaporizzatore Volcano con cui mi trovo molto bene.

se mi permetti qualche considerazione il grosso dei tuoi dubbi sono facilemente superabili iniziando a provare. io ho gettato un paio di barattoli di vetro, macchiato le pareti del bagno con delle gocce che sono schizzate a causa dei gas, mi sono preso un infarto quando per la prima volta ho messo la soda caustica nell'acqua (caxxo se scalda)... insomma, l'unica cosa a cui devi davvero porre attenzione è la sicurezza: un paio di occhiali idonei per sostanze chimiche, un paio di guanti resistenti agli acidi e alle basi e magari un camice (quello ancora non l'ho preso ma alla quarta t-shirt buttata per macchie mi sto convincendo...)

Spero di esserti stato utlie.

ciao
"La suprema verità è questa: non vi è nascita nè dissoluzione,
nè aspirante alla liberazione nè liberato, nè alcuno che sia in schiavitù"
Mandukya Upanisad

Avatar utente
presep
Messaggi: 9
Iscritto il: mer ago 03, 2016 11:33 pm

DISCUSSIONE Cybs' Hybrid ATB 'Salt' Tek

Messaggio da presep » lun set 12, 2016 5:27 pm

Salve a tutti. ho notato una cosa che credo sia meglio condividere... faccio estrazioni da un mese circa e fino ad ora avevo sempre usato la nafta dello zippo. durante la penultima estrazione, essendo rimasto a corto di "carburante" sono andato in tabaccheria a comprarne di nuovo e per la prima volta ho ricevuto una confezione nella quale il colore predominante era il nero. poco male, mi son detto, il contenuto sarà pressapoco lo stesso. quando ho provato ad usarla, dopo il passaggio in freezer (io faccio stare ogni pirofila 72 ore) la scoperta: dove avevo usato la "vecchia nafta" tutto ok, cristalli che ondeggiavano e un poco di goo sul fondo, nelle pirofile dove avevo usato la nuova nafta poco o niente! sono certo in quanto la nuova è decisamente più chiara, quasi trasparente, e quindi riconoscibile. ho riprovato di nuovo ed ho ottenuto lo stesso risultato però... questa volta ho tenuto l'intruglio e sono andato prendere dell'avio!
per capirsi, l'intruglio aveva già subito 3 estrazioni con nafta gialla, quella che funziona, ed ancora una con quella chiara; dopo aver tolto la nafta chiara ho aggiunto l'avio quindi per una quinta estrazione. beh, il riusultato decisamente è stato sorpendente: solo domani sera filtrerò ma volendo una risposta al mio problema questa mattina prima di andare a lavoro ho tirato fuori la pirofila nella quale ho messo l'avio e ho visto attraverso il vetro una grande quantità di cristalli, davvero grande!!! mentre in quello della quarta estrazione, quello con la nafta chiara, non c'era un solo cristallo!

ora non so se l'avio tiri di più della nafta dello zippo gialla o meno che sia ma certamente tira di più, molto di più di quella "nuova". ho provato a cercare in qualche forum in inglese e quello che ho scoperto è che esiste da qualche tempo a questa parte una nuova formula meno volatile che pare non contenga nafta ma altri idrocarburi...

trattandosi di una verifica empirica non vi chiedo di fidarvi, neppure io posso esserne sicuro. quel che è certo è che da qui in poi userò l'avio, sempre che domani (quando filtrerò) non vengano fuori nuove sorprese!

cioa a tutti
"La suprema verità è questa: non vi è nascita nè dissoluzione,
nè aspirante alla liberazione nè liberato, nè alcuno che sia in schiavitù"
Mandukya Upanisad

Wolly17
Messaggi: 2
Iscritto il: mer ago 03, 2016 12:40 pm

DISCUSSIONE Cybs' Hybrid ATB 'Salt' Tek

Messaggio da Wolly17 » mer set 14, 2016 10:46 am

Ciao Presep! innanzi tutto ti ringrazio per le tue risposte che mi hanno illuminato ;) però avrei ancora un 2 quesiti da risolvere (sono un pignolo,si lo so :asd: )

1) Ho letto che tanti stanno attenti al ph ma in questa tek non se ne parla,è ininfluente o devo prendermi un phametro?Se si,quando e dove lo devo usare e quanto deve essere il ph?

2)Riguardo l'aceto bianco distillato ho optato come mi hai detto tu per l'acido acetico,l'ho preso su amazon ma l'ho trovato di diverse concentrazioni;Ho preso quello all' 80%,ho fatto male?e poi,nella tek dicono di aggiungere 60ml di aceto,per l'acido acetico la quantità da usare è uguale?

3)Per le estrazioni mi chiedevo:posso aggiungere la seconda estrazione nella pirofila della prima?nel senso,dopo la prima estrazione impellicolo e metto in freezer,poi per la seconda ci passa un pò di tempo quindi la devo mettere in una nuova pirofila per non "disturbare" l'altra?o posso togliere la prima pirofila,aggiungere la seconda estrazione e tornare a metterla in freezer?(sempre senza superare i 100ml a pirofila)

4)La nafta che mettiamo in parte per estrazioni future la useremo per aggiungerla alla brodaglia del mix e rifare i cicli o quella nafta dato che dovrebbe avere ancora dmt posso metterla direttamente nella pirofila e in freezer?

5)Ho comprato una beuta da 1000ml in vetro borosilicato (50 gneuri :shock: ) però ha il tappo in plastica e questo mi spaventa quando dovro' shakerare.Posso andare tranquillo?

6)ancora riguardo le estrazioni:se io volessi fare inizialmente solo una singola estrazione,il mix posso chiuderlo e lasciarlo in parte senza problemi così che fra bo,2 giorni,posso riaggiungere la nafta e rifarne altre?o il contenuto del mix perde qualcosa se non viene usato subito?

7)dopo il freezer,dicono di risucchiare la nafta e sgocciolare le pirofile;mi chiedevo se devo dare una sgocciolata veloce o devo lasciarle qualche minuto sopra un panno?perchè poi mettono fretta nel puntare il vetilatore.

8)potresti spiegarmi come usi il filtro da caffè americano?

9)domanda rivolta a tutti: questo benedetto goo qualcuno può spiegarmi i diversi metodi per usarlo-mischiarlo-consumarlo?i cristalli che mi rimarranno,quelli posso già spolverarli sopra la mista del bong e via?

Spero di essere stato abbastanza chiaro,cmq fra una settimana circa dovrei avere tutto l'occorrente e finalmente potrò mettermi all'opera.Grazie in anticipo per le risposte!

Ciao a tutti! ;)

Avatar utente
presep
Messaggi: 9
Iscritto il: mer ago 03, 2016 11:33 pm

DISCUSSIONE Cybs' Hybrid ATB 'Salt' Tek

Messaggio da presep » mer set 14, 2016 4:07 pm

Wolly17 ha scritto: Ciao Presep! innanzi tutto ti ringrazio per le tue risposte che mi hanno illuminato ;) però avrei ancora un 2 quesiti da risolvere (sono un pignolo,si lo so :asd: )

1) Ho letto che tanti stanno attenti al ph ma in questa tek non se ne parla,è ininfluente o devo prendermi un phametro?Se si,quando e dove lo devo usare e quanto deve essere il ph?

2)Riguardo l'aceto bianco distillato ho optato come mi hai detto tu per l'acido acetico,l'ho preso su amazon ma l'ho trovato di diverse concentrazioni;Ho preso quello all' 80%,ho fatto male?e poi,nella tek dicono di aggiungere 60ml di aceto,per l'acido acetico la quantità da usare è uguale?

3)Per le estrazioni mi chiedevo:posso aggiungere la seconda estrazione nella pirofila della prima?nel senso,dopo la prima estrazione impellicolo e metto in freezer,poi per la seconda ci passa un pò di tempo quindi la devo mettere in una nuova pirofila per non "disturbare" l'altra?o posso togliere la prima pirofila,aggiungere la seconda estrazione e tornare a metterla in freezer?(sempre senza superare i 100ml a pirofila)

4)La nafta che mettiamo in parte per estrazioni future la useremo per aggiungerla alla brodaglia del mix e rifare i cicli o quella nafta dato che dovrebbe avere ancora dmt posso metterla direttamente nella pirofila e in freezer?

5)Ho comprato una beuta da 1000ml in vetro borosilicato (50 gneuri :shock: ) però ha il tappo in plastica e questo mi spaventa quando dovro' shakerare.Posso andare tranquillo?

6)ancora riguardo le estrazioni:se io volessi fare inizialmente solo una singola estrazione,il mix posso chiuderlo e lasciarlo in parte senza problemi così che fra bo,2 giorni,posso riaggiungere la nafta e rifarne altre?o il contenuto del mix perde qualcosa se non viene usato subito?

7)dopo il freezer,dicono di risucchiare la nafta e sgocciolare le pirofile;mi chiedevo se devo dare una sgocciolata veloce o devo lasciarle qualche minuto sopra un panno?perchè poi mettono fretta nel puntare il vetilatore.

8)potresti spiegarmi come usi il filtro da caffè americano?

9)domanda rivolta a tutti: questo benedetto goo qualcuno può spiegarmi i diversi metodi per usarlo-mischiarlo-consumarlo?i cristalli che mi rimarranno,quelli posso già spolverarli sopra la mista del bong e via?

Spero di essere stato abbastanza chiaro,cmq fra una settimana circa dovrei avere tutto l'occorrente e finalmente potrò mettermi all'opera.Grazie in anticipo per le risposte!

Ciao a tutti! ;)
Wolly17 ha scritto: Ciao Presep! innanzi tutto ti ringrazio per le tue risposte che mi hanno illuminato ;) però avrei ancora un 2 quesiti da risolvere (sono un pignolo,si lo so :asd: )

1) Ho letto che tanti stanno attenti al ph ma in questa tek non se ne parla,è ininfluente o devo prendermi un phametro?Se si,quando e dove lo devo usare e quanto deve essere il ph?

2)Riguardo l'aceto bianco distillato ho optato come mi hai detto tu per l'acido acetico,l'ho preso su amazon ma l'ho trovato di diverse concentrazioni;Ho preso quello all' 80%,ho fatto male?e poi,nella tek dicono di aggiungere 60ml di aceto,per l'acido acetico la quantità da usare è uguale?

3)Per le estrazioni mi chiedevo:posso aggiungere la seconda estrazione nella pirofila della prima?nel senso,dopo la prima estrazione impellicolo e metto in freezer,poi per la seconda ci passa un pò di tempo quindi la devo mettere in una nuova pirofila per non "disturbare" l'altra?o posso togliere la prima pirofila,aggiungere la seconda estrazione e tornare a metterla in freezer?(sempre senza superare i 100ml a pirofila)

4)La nafta che mettiamo in parte per estrazioni future la useremo per aggiungerla alla brodaglia del mix e rifare i cicli o quella nafta dato che dovrebbe avere ancora dmt posso metterla direttamente nella pirofila e in freezer?

5)Ho comprato una beuta da 1000ml in vetro borosilicato (50 gneuri :shock: ) però ha il tappo in plastica e questo mi spaventa quando dovro' shakerare.Posso andare tranquillo?

6)ancora riguardo le estrazioni:se io volessi fare inizialmente solo una singola estrazione,il mix posso chiuderlo e lasciarlo in parte senza problemi così che fra bo,2 giorni,posso riaggiungere la nafta e rifarne altre?o il contenuto del mix perde qualcosa se non viene usato subito?

7)dopo il freezer,dicono di risucchiare la nafta e sgocciolare le pirofile;mi chiedevo se devo dare una sgocciolata veloce o devo lasciarle qualche minuto sopra un panno?perchè poi mettono fretta nel puntare il vetilatore.

8)potresti spiegarmi come usi il filtro da caffè americano?

9)domanda rivolta a tutti: questo benedetto goo qualcuno può spiegarmi i diversi metodi per usarlo-mischiarlo-consumarlo?i cristalli che mi rimarranno,quelli posso già spolverarli sopra la mista del bong e via?

Spero di essere stato abbastanza chiaro,cmq fra una settimana circa dovrei avere tutto l'occorrente e finalmente potrò mettermi all'opera.Grazie in anticipo per le risposte!

Ciao a tutti! ;)

Ciao Wally,

iniziamo!!!

1)durante le prime estrazioni ho sempre controllato con delle cartine tornasole e ho sempre trovato il ph tra 13 e 14 dopo l'aggiunta della soluzione di soda caustica e prima, durante la fase acida, tra 3 e 4. appurato che era sempre intorno a questi valori le ultime due estrazioni non ho controllato ed è andata bene.

2)io ho lo stesso (80%) ed ho usato le stesse quantità riportate nella tek

3)lo scopo del freezer è quelo di appassare la temperatura intorno ai -20°, tenedo il tutto a questa temperatura abbastanza per cdonsentire alla dmt di cristallizzare, in quanto la stessa è solubile in nafta a temperatura ambiente e ma non lo è intorno ai -20°. capisci da te che se aggiungi nafta a temperatura ambiente reinizia tutto da capo. nella tek viene si sottolinea l'importanza della velocità quando le pirofile vengono tolte dal freezer proprio perchè se la temperatura sale troppo la dmt si riscioglie!!!

4) la dmt da quella nafta l'hai già recuperata se non tutta quasi (sempre che la lasci abbastanza e nel caso del mio freezer abbastanza sono 3 giorni!!!) quindi non ha molto senso rimetterla nel freezer senza farla ripassare dalla brodaglia

5) la mia beuta non ha il tappo e come tale uso un contenitore per un prodotto cosmetico (la forma è semplicemente perfetta) di polietilene ad alta densità che resiste a basi, acidi e solventi non polari abbastanza da stare tranquillo per tuitta la durata della tek. in breve non so cosa dirti, dipende dal tipo di plastica. detto questo, sei sicuro che non sia silicone?

6)la risposta a questa domanda prevede conoscenze che non ho. l'esperienza (poca, a dire il vero) che fin qui ho fatto mi fa dire che non dovrebbero esserci problemi. io durante l'ultima estrazione, per problemi con il solvente (ho spiegato qualcosa qui sopra) ho tenuto il mix per quasi 48 ore e l'ultima estrazione (la quinta di quel mix) ho ottenuto un ottimo risultato

7)personalmente fin ora ho usato un atro modo: lascio nel freezer a lungo, circa 72 ore, dopodichè tiro fuori il tutto e verso il solvente, attravero un filtro da caffè americano. la dmt ormai cristallizzata resta nel filtro mentre la parte precipitata e depositata sul fondo della pirofila lo recupero dopo il passaggio davanti al ventilatore. per rispondere alla tua domanda, una volta versata l'ultima goccia porto la pirofila subito davanti al ventilatore! nessuna sgocciolata!!!

8)come sopra riportato! filtro denrto l'imbuto, imbuto nel contenitore di raccolta della nafta e via, versa fino a che non resta nulla. i cristalli si fermeranno nel filtro, il quale si asciugherà dal solvente in un paio di minuti

9)il goo, specie quando è poco, è difficile da raccogliere ed anche da pesare. detto questo, con il vaporizzatore in mio posseso l'ho usato senza nessun problema.

ciao e in bocca al lupo
"La suprema verità è questa: non vi è nascita nè dissoluzione,
nè aspirante alla liberazione nè liberato, nè alcuno che sia in schiavitù"
Mandukya Upanisad

Avatar utente
Benway
Scriba
Messaggi: 375
Iscritto il: sab gen 02, 2016 4:35 pm

DISCUSSIONE Cybs' Hybrid ATB 'Salt' Tek

Messaggio da Benway » gio set 15, 2016 1:08 pm

Ciao a tutti!

M'intrometto per dire anche la mia e perchè ho un paio di cose da chiedervi.
E' da un pò che m'avvalgo di questa tek ottenendo raccolti che variano da 1.6 a 1.8.
Sono sempre riuscito a separare le due forme e ad ottenere un prodotto più che valido.

Le ultime due estrazioni decido di operare sperimentando varianti di questa tek ( alcune vengono nominate anche da voi ):

- Lascio sempre in macerazione almeno una notte il precursore in soluzione acidificata ( uso aceto bianco ). Sembra migliorare la quantità del raccolto.

- Ho deciso d'effettuare il controllo del ph con cartina tornasole e devo dire che aiuta a capire se si è nei parametri di ph giusti per la fase che si sta operando. Trovo che sia un ottimo accorgimento.

- Interessante il sistema del filtro per recuperare i cristalli di forma I in sospensione.
Pensavo... Và bene anche fare un filtro con dello scottex o si spappola?
Chiedo prima di provare e fare un casino..
Come recuperi i cristralli rimasti nel filtro?
Scheda di plastica e poi ad asciugare con il resto nella pirofila?

- Ho notato anch'io che la nuova nafta per zippo è molto chiara e acquosa. Si separa volcemente e sembra non colorarsi più di tanto. Sono sicuro che cambiando il tipo di solvente potrei ottenere un raccolto migliore. Non ho mai usato avio e non saprei neanche dove recuperarlo. Trovo interessante la vostra teoria sulla nafta gialla come migliore estrattore, ma si trova facile?
Intendo dal tabacchino, ferramenta o dove?
Ho provato a fare una veloce ricerca sul web, ma non ho usato le parole chiave giuste.

- Fino ad ora ho lasciato le pirofile in freezer per le 18 ore suggerite nella tek, ma leggendo i vostri post avete confermato una mia supposizione.....più tempo.....più raccolto. Ora sono a quasi 48 e vedo notevoli differenze. Maggiore deposito cristallino anche dove fino a poco fa non sembrava esserci nulla. Le 72 ore mi danno grande fiducia! :)

-Per conculdere voglio raccontarvi una disavventura. Sbagliando s'impara e raccontando si evita che altri sbaglino. Premetto che sono quasi totalmente ignorante di chimica e mi scuso per come mi esprimerò con chi è del settore o ne sà più di me.

Bene, la cazzata che ho fatto è la seguente e la motivazione è l'aumento del raccolto pensando di aiutare l'estrazione:

Dopo aver caricato il contenitore di vetro con il precursore + soluzione acidificata ho deciso di far raffreddare ed iniziare un ciclo: congelamento --> scongelamento --> bagnomaria --> raffreddamento --> congelamento. Il tutto ripetuto 3 volte e fatto in due giorni circa.

Poi opero come da tek, ma agitando si forma una spessa e densa schiuma ( più della norma ) che fatica a dissolversi.

Arrivo all'estrazione con solvente e......attendo.....nulla......attendo e inizio a preoccuparmi....nulla. Vado a farmi un giro e torno dopo 3-4 ore.....poco nulla ( qualche millimetro ). Seriamente preoccupato aggiungo altro solvente e mescolo.....attendo.....molto........un poco più che prima. Provo ad estrarre e butto la pirofila in freezer. Ricarico con il doppio del solvente e agito come un pazzo. Poi vado a dormire con grandi speranze per il mattino seguente..
Circa 10 ore dopo controllo e il solvente è minimo. Sotto di lui si trova uno strato di goo chiaro di circa un dito e mezzo e sotto la parte nera. Vado a farmi un giro da un amico con cui giungiamo alla conclusione che agendo sul ph della soluzione acquosa qualcosa dovrebbe capitare.
Decido di acificare e giù di aceto bianco ( ad occhio )....Mescolo come un pazzo e attendo.

Il risultato? Nulla.......Ho buttato via tutto ed ho rifatto. Penso sia stata la scelta più saggia.

Ora vi chiedo...

Cosa è successo di preciso a livello chimico?

Penso che il ciclo di congelamento --> riscaldamento abbia aumentato la ionizzazione del prodotto. E' male?

Quand'è che una base non si separa da un solvente non polare?

In questi casi si può operare per creare una reazione e separare il tutto?

Grazie in anticipo!! :D

Avatar utente
astraldream
Messaggi: 1340
Iscritto il: gio set 17, 2015 11:16 pm

DISCUSSIONE Cybs' Hybrid ATB 'Salt' Tek

Messaggio da astraldream » gio set 15, 2016 11:02 pm

Benway ha scritto: Sotto di lui si trova uno strato di goo chiaro di circa un dito e mezzo e sotto la parte nera.
Si è creata un emulsione....è penso abbia "catturato" il solvente....
Io di solito in questi casi aggiungo acqua basificata con soda caustica e si abbatte....
Piuttosto l'altro giorno ho messo a evaporare il solvente davanti a una ventola ma si è creata una condensa allucinante sulle pirofile e dopo un ora non era ancora evaporata (c'era circa 85% di umidità atmosferica)...il risultato è stata una crema semicristallizzata gialla :paranoid:
Ora ho rimesso a cristallizzare e vediamo se riesco a recuperare un po'

Comunque ho notato anche io differenze tra nafta gialla e quella trasparente...
L'idea di "sacro" è così limitante...così poco libera da dogmi...da essere poco sacra...la cosa più sacra dovrebbe essere la libertà non i dogmi...

Avatar utente
presep
Messaggi: 9
Iscritto il: mer ago 03, 2016 11:33 pm

DISCUSSIONE Cybs' Hybrid ATB 'Salt' Tek

Messaggio da presep » sab set 17, 2016 12:19 pm

Salve a tutti,

in merito alla questione nafta zippo ho provato ad approfondire e mi sono dato alla caccia della scheda informativa (per legge pubblica e tradotta) dei vari tipi di "carburante per accendini" e ho trovato ciò:

http://certification.zippo.com/Document ... S2012).pdf

ed ancora

http://certification.zippo.com/Document ... S2012).pdf

gli ho dato un'occhiata ma non ho le competenze.
confrontando l'unica confezione che ho ancora di liquido per accendini zippo in casa con le schede tecniche, trovo coincidenza tra i numeri "einecs" riportati sul retro della latta e quelli riportati a pagina 3 nella seconda scheda tecnica qui linkata. credo che ora l'unica cosa che si può dire con un certo margine di certezza è che la composizione dei due solventi è diversa e questo dovrebbe dare forza alle nostre empiriche verifiche. spero che qualcuno più preparato di me aggiunga altre informazioni utili

riguardo all'avio è,commercialmente parlando, uno smacchiatore. si trova in molti supermerati ma anche qui esistono 2 versioni: tappo nero e tappo bianco. sull'etichetta del secondo è riportato solo "esano" mentre sul primo n-esano!!! io ho optato prt il tappo bianco. ottima resa per la mia esperienza. anceh qui però se qualcuno ne sa un poco di più credo potrebbe aiutare a fare chiarezza.

cito astraldream
Piuttosto l'altro giorno ho messo a evaporare il solvente davanti a una ventola ma si è creata una condensa allucinante sulle pirofile e dopo un ora non era ancora evaporata (c'era circa 85% di umidità atmosferica)...il risultato è stata una crema semicristallizzata gialla :paranoid:
Ora ho rimesso a cristallizzare e vediamo se riesco a recuperare un po'
La questione della condensa sulla pirofila ghiacciata è la motivazionbe che mi ha spinto a usare la tecnica della rimozione del solvente invece che quella dell'evaporazione; c'è qualcuno che ha dei consigli in tal senso?

Rispondo a Benway:
- Interessante il sistema del filtro per recuperare i cristalli di forma I in sospensione.
Pensavo... Và bene anche fare un filtro con dello scottex o si spappola?
Chiedo prima di provare e fare un casino..
Come recuperi i cristralli rimasti nel filtro?
Scheda di plastica e poi ad asciugare con il resto nella pirofila?
non ho provato con scottex o simili ma mi sento di sconsigliare fortemente. per il recupero si, più o meno come dici tu. uso una spatola e un cutter ma per il resto questo è il modo che uso.

per quanto concerne l'esperienza concordo con astraldream: in presenza di emulsione devi rendere più basica la soluzione, non più acida!!!

grazie e a presto
"La suprema verità è questa: non vi è nascita nè dissoluzione,
nè aspirante alla liberazione nè liberato, nè alcuno che sia in schiavitù"
Mandukya Upanisad

Avatar utente
Benway
Scriba
Messaggi: 375
Iscritto il: sab gen 02, 2016 4:35 pm

DISCUSSIONE Cybs' Hybrid ATB 'Salt' Tek

Messaggio da Benway » sab set 17, 2016 12:50 pm

astraldream ha scritto:Si è creata un emulsione....è penso abbia "catturato" il solvente....Io di solito in questi casi aggiungo acqua basificata con soda caustica e si abbatte....
presep ha scritto:per quanto concerne l'esperienza concordo con astraldream: in presenza di emulsione devi rendere più basica la soluzione, non più acida!!!
Grazie per la delucidazione! :D Alla fine avevo intuito bene ( modificare il ph ), ma ho preso la strada opposta acidificando al posto di basificare.

A tal proposito quando vi capita andate ad occhio o avete una proporzione di h2o+soda caustica?
presep ha scritto:non ho provato con scottex o simili ma mi sento di sconsigliare fortemente. per il recupero si, più o meno come dici tu. uso una spatola e un cutter ma per il resto questo è il modo che uso.
Ho provato con lo scottex e va benissimo ;)
Peccato che non ho avuto cristalli in sospensione tranne uno...visibile e raccoglibile.

In merito alla nuova e più chiara nafta dello zippo. E' vero! Sembra estrarre molto meno, ma quest'ultima volta ho ottenuto un prodotto solo di forma 1. No goo, no forma 2 ( giallina ), ma solo cristalloni bianchi bellissimi. Peccato che il raccolto è stato di 0.5 circa. Troppo poco!!!

Le estrazioni precedenti avevo sempre ottenuto un 40% circa di F1 e il 60% circa di F2 arrivando a raccolti decenti ( mimosa da altro fornitore, ma di quella nuova ho letto ottimissime recensioni di raccolti ). Questa volta, mancando la F2, mi manca mezzo raccolto.

Secondo la vostra esperienza personale qual'è la migliore nafta gialla facilmente recuperabile in tabbaccherie, ferramente, supermercati?
presep ha scritto: riguardo all'avio è,commercialmente parlando, uno smacchiatore. si trova in molti supermerati ma anche qui esistono 2 versioni: tappo nero e tappo bianco. sull'etichetta del secondo è riportato solo "esano" mentre sul primo n-esano!!! io ho optato prt il tappo bianco. ottima resa per la mia esperienza. anceh qui però se qualcuno ne sa un poco di più credo potrebbe aiutare a fare chiarezza.
Grazie 1000! Si dovrebbe comportare esattamente come la nafta ( sia in separazione che evaporazione ).....Giusto?

Avatar utente
Benway
Scriba
Messaggi: 375
Iscritto il: sab gen 02, 2016 4:35 pm

DISCUSSIONE Cybs' Hybrid ATB 'Salt' Tek

Messaggio da Benway » sab set 17, 2016 5:44 pm

Sono appena tornato dal supermercato e ho trovato l'avio :), ma ovviamente solo quello col tappo blu.
Contiene: idrocarburi C6 isoalcani < 5% n-Esano
Visto che era l'unico avio a disposizione e costava 99 cent l'ho preso.

Va bene comunque?
Penso di si visto che di n-Esano ce nè solo il 5%...e mi pare di capire che sono gli idrocarburi il solvente. Anche lui è molto bianco, anzi...trasparente. Comunque ho intenzione di fare un pò di ricerche sul web.

Qualcuno di voi ha notato grandi differenze fra i due prodotti ( tappo blu e tappo bianco )?

Avatar utente
presep
Messaggi: 9
Iscritto il: mer ago 03, 2016 11:33 pm

DISCUSSIONE Cybs' Hybrid ATB 'Salt' Tek

Messaggio da presep » sab set 17, 2016 8:50 pm

Ciao Benway,

Non so. Anzi, facci sapere. Quello che posso dirti è che mentre per la questione nafta gialla, nafta bianca ho trovato diversi commenti in altri forum in inglese nei quali ci si poneva le stesse domande, in merito all'esano o all'n-esano non ho trovato nulla! Questo a me lascia ben sperare ma a questo punto attendo con ansi il risultato della tua estrazione. Tra l'altro che farai: freezer o evaporazione?

A presto
"La suprema verità è questa: non vi è nascita nè dissoluzione,
nè aspirante alla liberazione nè liberato, nè alcuno che sia in schiavitù"
Mandukya Upanisad

Avatar utente
Benway
Scriba
Messaggi: 375
Iscritto il: sab gen 02, 2016 4:35 pm

DISCUSSIONE Cybs' Hybrid ATB 'Salt' Tek

Messaggio da Benway » dom set 18, 2016 12:14 am

presep ha scritto:Questo a me lascia ben sperare ma a questo punto attendo con ansi il risultato della tua estrazione. Tra l'altro che farai: freezer o evaporazione?
Di sicuro freezer a 72h.
Vi farò sapere com'è andata a breve.

Intanto, per sfatare ogni dubbio sull'esano e n-esano:

<< Con il termine esano ci si riferisce ad un qualunque alcano avente formula bruta C6H14 o ad una qualunque miscela di più composti corrispondenti a tale formula (isomeri strutturali) o per antonomasia all'isomero lineare, chiamato più propriamente n-esano. >>
Tratto da: https://it.wikipedia.org/wiki/Esano

<< sm. [da esa-+-ano]. Alcano di formula bruta C6H₁4, che corrisponde alla formula di struttura CH₃(CH₂)4CH₃ di un idrocarburo paraffinico a struttura lineare. È detto anche dipropile. Si presenta come un liquido incolore, mobile e leggero (d=0,659), che solidifica a -95 °C e bolle a 69 °C; è facilmente infiammabile e i suoi vapori formano con l'aria miscele esplosive; è praticamente insolubile in acqua. L'esano, insieme con i suoi isomeri a catena ramificata o isoesani, è uno dei normali costituenti dei petroli, dai quali passa nelle frazioni utilizzate come benzina per auto. L'esano puro è utilizzato come solvente, per esempio nell'estrazione degli oli alimentari dai semi oleaginosi. Rispetto a molti altri solventi, presenta il vantaggio di essere privo di tossicità e di non essere corrosivo per le apparecchiature metalliche. >>
Tratto da: http://www.sapere.it/enciclopedia/esano.html

<< Con il termine esano ci si riferisce ad un qualunque alcano avente formula bruta C6H14 o ad una qualunque miscela di più composti corrispondenti a tale formula o per antonomasia all'isomero lineare, chiamato più propriamente n-esano. A temperatura e pressione ambiente si presenta come un liquido incolore dall'odore di benzina, di cui è un costituente importante, e quasi immiscibile con l'acqua. È un composto molto infiammabile, irritante, nocivo, pericoloso per l'ambiente e tossico per il sistema riproduttivo. È un solvente molto importante, unico a causa della sua bassissima costante dielettrica. È utilizzato nelle reazioni che coinvolgono basi molto forti, ad esempio la preparazione di un reattivo di Grignard poiché non è possibile deprotonare l'esano e quindi non interviene nella reazione. Il suo utilizzo principale è quello di carburante; in miscela con i suoi 5 isomeri costituzionali e con quelli di eptano e ottano forma la comune benzina per autotrazione. Per via delle spiccate proprietà di solvente viene utilizzato per l'estrazione di olio dalle farine delle oleaginose. I residui di lavorazione sono quasi privi di grasso. >>
Tratto da: http://dizio.org/it/esano

Ciò m'infonde fiducia!

Avatar utente
BlindFaith
Messaggi: 1492
Iscritto il: mar set 15, 2015 9:22 pm

Re: DISCUSSIONE Cybs' Hybrid ATB 'Salt' Tek

Messaggio da BlindFaith » gio mar 09, 2017 8:47 pm

Gente secondo voi dopo aver fatto i quattro pull con l'etere di petrolio, volendo farne altri quanto dovrei lasciare il solvente nel mix? Un giorno o meno?
"Pronto, Barbarella! Sei una tipica terricola femmina??" (cit. SuBuRbAsS)

"You don't possess me, don't impress me, just upset my mind. Can't instruct me or conduct me, just use up my time."
(King Crimson)

Avatar utente
Aryaman
Messaggi: 1214
Iscritto il: sab set 12, 2015 6:52 pm

Re: DISCUSSIONE Cybs' Hybrid ATB 'Salt' Tek

Messaggio da Aryaman » sab mar 11, 2017 12:03 am

dopo quattro pullate io ti direi lascialo pure un paio di giorni. Dipende anche quanto materiale è

Avatar utente
BlindFaith
Messaggi: 1492
Iscritto il: mar set 15, 2015 9:22 pm

Re: DISCUSSIONE Cybs' Hybrid ATB 'Salt' Tek

Messaggio da BlindFaith » sab mar 11, 2017 8:54 am

Aryaman ha scritto:
sab mar 11, 2017 12:03 am
dopo quattro pullate io ti direi lascialo pure un paio di giorni. Dipende anche quanto materiale è
Grazie della risposta man!
50g di MH. Il solvente È stato lasciato per 24h questa volta. Ne sono usciti 0,1/0,2 a occhio.
Secondo te si potrebbero fare ulteriori tirate(magari lasciandolo anche fino a una settimana) o si rischierebbe di estrarre anche impurità?

Ultima cosa molto importante, il solvente viene recuperato ogni volta ed è sempre bello pulito..ma la soluzione basica che resta dove conviene buttarla?? Al momento viene diluita con molta acqua e gettata nel cesso, dopotutto la soda usata in questa tek è usata anche per sturare tubature..la mia domanda è: non si dovrebbero correre rischi in questo modo vero? Ovviamente il materiale vegetale non viene scaricato nel wc ma filtrato e scartato in natura.
"Pronto, Barbarella! Sei una tipica terricola femmina??" (cit. SuBuRbAsS)

"You don't possess me, don't impress me, just upset my mind. Can't instruct me or conduct me, just use up my time."
(King Crimson)

Avatar utente
Aryaman
Messaggi: 1214
Iscritto il: sab set 12, 2015 6:52 pm

Re: DISCUSSIONE Cybs' Hybrid ATB 'Salt' Tek

Messaggio da Aryaman » sab mar 11, 2017 4:49 pm

ciao, guarda io faccio estrazioni fino a che c'è qualcosa, poi lascio il contenitore da parte tipo per 3 mesi col solvente e faccioun'altra pullata, non si butta via niente!

per il residuo secondo me la cosa migliore è prima neutralizzare la soluzione piano piano con un acido debole. Tipo un goccio di aceto, poi un altro, fino a neutralità. Un goccio alla volta perché se ne metti molto oppure metti un acido forte come il muriatico si fa una schiuma gigantesca e ti invade la cucina. No, davvero.
Una volta neutrale lascialo qualche giorno per far passare la basicità anche all'interno della pianta. Non dovrebbe essere poi un problema per l'ambiente anche a gettarlo in giardino, che io sappia

Il fatto che lo butti nel cesso per pulire non vuol dire non sia pesantemente inquinante, sia chiaro :)

Avatar utente
BlindFaith
Messaggi: 1492
Iscritto il: mar set 15, 2015 9:22 pm

Re: DISCUSSIONE Cybs' Hybrid ATB 'Salt' Tek

Messaggio da BlindFaith » dom mar 12, 2017 8:57 pm

Chiarissimo ;)
Quando si lascia il mix a pullare per molti giorni conviene agitare ogni tanto? Tipo che so, due volte al giorno?
"Pronto, Barbarella! Sei una tipica terricola femmina??" (cit. SuBuRbAsS)

"You don't possess me, don't impress me, just upset my mind. Can't instruct me or conduct me, just use up my time."
(King Crimson)

Buster Casey
Messaggi: 155
Iscritto il: sab nov 07, 2015 4:07 pm

Re: Hybrid ATB "Salt" Tek

Messaggio da Buster Casey » lun mag 15, 2017 5:14 pm

L'etere dietilico potrebbe funzionare come solvente?

Rispondi