ABBIAMO UN NUOVO SPONSOR, DM Tripson. Leggi il topic dell'annuncio per saperne di più

Dalla dose eroica a oltre i 10 grammi, cosa serve sapere

Avatar utente
Pregiudicato
Messaggi: 256
Iscritto il: lun ago 13, 2018 4:29 pm

Re: Dalla dose eroica a oltre i 10 grammi, cosa serve sapere

Messaggio da Pregiudicato » mar dic 03, 2019 8:24 pm

DM Tripson ha scritto:
dom dic 01, 2019 2:33 pm
@Pregiudicato neanche io vado d'accordo con la parola "credere", perché c'è una separazione tra te e la cosa che credi; diverso è "sapere", dove di quella cosa hai fatto esperienza. Faccio un esempio: non ha senso che tu creda che sei vivo, perché sai che lo sei. Jung diceva che non credeva in Dio, lui sapeva che esiste.
La questione dell'energia, come tale o come entità, puoi crederci oppure no, ma se hai fatto certe esperienze di fatto "sai" che ci sono, e purtroppo questa cosa non puoi trasmetterla agli altri, loro non sanno, possono solo credere oppure no.

Oggettivo e soggettivo sono interessanti in teoria, ma in pratica sono sempre meno distinguibili, e non parlo di questioni "mistiche" o cose simili, ma se conosci un po' di fisica quantistica (io la conosco solo a livello divulgativo) ti rendi conto che non esiste quasi nulla di oggettivo, neppure la materia, e che l'osservatore - cioè tu ed io, o chiunque - influenza o genera quello che esiste (per lui) in un modo che è dimostrabile scientificamente (cioè descrivibile e ripetibile in laboratorio).
Spero di non avere confuso le idee, ma di cose certe ce n'è una sola, forse :?
Come fai a sapere se esiste qualcosa se non hai le prove?
—> sapere senza prove —> = credere
Il concetto di sapere di essere vivo è piuttosto complicato siccome esistono dei dogmi che diamo tutti per scontati e che riconosciamo (come questo), infatti puoi veramente dire di essere “vivo” e di non essere un’intelligenza artificiale facente parte di un esperimento alieno?

(Ovviamente il 99% delle persone che leggeranno diranno: eh la Madonna; ma effettivamente le cose stanno così, se per vivo intendi unicamente per quanto riguarda i parametri vitali presi per veri e unici allora ok ma non puoi sapere la verità).

Sinceramente non so chi sia Jung e la sua frase non mi tocca...una persona, che sia un autodefinito profeta, un attore famoso o la mia ragazza (per dire: chiunque), che esprime un suo pensiero SOGGETTIVO (e lo sottolineo) non tange minimamente la mia idea siccome non fa altro che portare acqua al suo mulino, non porta motivazioni tangibili.
Capisco il fatto che tu abbia fatto esperienze che ti hanno portato a credere nell’energia...ripeto non sto giudicando, ma quando si trattano argomenti come guide ritengo sia corretto mantenere un comportamento razionale per quanto riguarda la pura informazione...ma boh, forse il mio commento non ha senso
E da qui mi ricollego al soggettivo vs oggettivo —> non conosco nulla a livello di fisica quantistica ma mi alletta l’etica (non credere, ho fatto un paio di lezioni a scuola hahaha), dove la realtà sia di fatto oggettiva ma interpretata in modo soggettivo (d’altronde differente) da ogni individuo (con, a quanto pare, caratteristiche più o meno comuni —> ci vediamo tutti con un paio di gambe e braccia per dire).
Ma se continuiamo di questo passo potremmo persino credere che esistano i delfini a forma di talpa (sempre invisibili hahaha).
Neppure la probabilità può aiutarci in questo caso siccome non puoi dire che è più improbabile o meno essere in un gioco alieno piuttosto che essere manipolati da una forma superiore riconducibile al destino...
Se hai qualcosa da leggere da consigliare a proposito della fisica quantistica (magari non troppo complicata o con linguaggi troppi tecnici) mi faresti un favore 😘😇

Un saluto,
Pregiudicato

https://www.avalonmagicplants.com/

Avatar utente
Pregiudicato
Messaggi: 256
Iscritto il: lun ago 13, 2018 4:29 pm

Re: Dalla dose eroica a oltre i 10 grammi, cosa serve sapere

Messaggio da Pregiudicato » mar dic 03, 2019 8:37 pm

siramca ha scritto:
mar dic 03, 2019 4:20 pm
Pregiudicato ha scritto:
sab nov 30, 2019 6:03 pm
Interessante notare che qui dentro c’è gente più infognata di dogmi del Papa hahahaha
No sul serio, simbolismo? Campi energetici? Tarocchi che ti proteggono? Ma cosa hahaha
Questo messaggio non vuole essere una critica o un giudizio (al massimo uno spunto di riflessione)...
Perché vuole essere uno spunto di riflessione? Chi viene a leggere qui si ritroverà a che fare con opinioni completamente personali e “irreali”, non bisognerebbe forse stilare una guida totalmente razionale? Nel senso, non mi parlare di talismani di quando vai in trip perché ti senti al sicuro e che funziona...può funzionare per te (probabilmente effetto placebo ma va be), ma dai consigli concreti scientifici anche se può essere complicato dato che in effetti dall’altra parte c’è poco di razionale...
Ma probabilmente sono io che sbaglio, capisco l’intento benigno, che vuoi solo aiutare e proporre la tua idea (e che è giusto così) ma...no vabbè nulla, mi preoccupo troppo
Concordo con Pregiudicato.
Che poi chi si droga lo fa proprio per essere LIBERO, mica per sorbirsi nuovi balzelli e regolette da pseudo guru.
Sarà che non ho niente da vendere...
Ti dirò...io sono molto legato alla spiritualità, ma non da un punto di vista di maniacale e chiuso (nei limiti del possibile, possiedo preconcetti come tutti), piuttosto da un’ottica obiettiva e coscienziosa constatando i risultati.
Esempio chi parla del “Dio Fungo” sta parlando di una divinità e propagando una religione...in fin dei conti è stato testato più volte (come potete leggere nel libro LSD il mio bambino difficile per esempio) che i singoli principi attivi o un’estratto (del fungo) avevano pressoché l‘effetto dello stesso, d’altronde...va be avete capito. Per dire, amo la mitologia ma non per questo credo in Zeus...(anche se le cose sarebbero molto più facili così).

Avatar utente
era
Messaggi: 565
Iscritto il: gio feb 15, 2018 7:51 pm

Re: Dalla dose eroica a oltre i 10 grammi, cosa serve sapere

Messaggio da era » mar dic 03, 2019 8:48 pm

Pregiudicato ha scritto:
mar dic 03, 2019 8:37 pm
Per dire, amo la mitologia ma non per questo credo in Zeus...(anche se le cose sarebbero molto più facili così).
Forse attribuendo al dio Zeus un determinato significato, potresti identificare una data entità.
Un esempio parallelo: Marte=ferro. Se il ferro fosse una forma di intelligenza, rappresenterebbe un'intelligenza remota, un dio.

Avatar utente
DM Tripson
Sponsor
Messaggi: 43
Iscritto il: ven ott 11, 2019 11:19 am

Re: Dalla dose eroica a oltre i 10 grammi, cosa serve sapere

Messaggio da DM Tripson » mer dic 04, 2019 10:54 am

@Pregiudicato Suggerirti UN libro...non saprei, dovrei farti un elenco, ma credo potrà piacerti Piergiorgio Caselli, è un fisico ma anche un bravo divulgatore. Vedi tra tutti i video quello che ti ispira, spero ti piacciano. Ciao!
https://www.youtube.com/results?search_ ... uantistica
DM Tripson è l’autore del primo e unico libro di istruzioni pratiche per l'uso dei Funghi Psilocybe.
Lo puoi scoprire e acquistare qui: https://amzn.to/2N87uRw

Avatar utente
DM Tripson
Sponsor
Messaggi: 43
Iscritto il: ven ott 11, 2019 11:19 am

Re: Dalla dose eroica a oltre i 10 grammi, cosa serve sapere

Messaggio da DM Tripson » mer dic 04, 2019 11:32 am

Pregiudicato ha scritto:
mar dic 03, 2019 8:24 pm
DM Tripson ha scritto:
dom dic 01, 2019 2:33 pm
@Pregiudicato neanche io vado d'accordo con la parola "credere", perché c'è una separazione tra te e la cosa che credi; diverso è "sapere", dove di quella cosa hai fatto esperienza. Faccio un esempio: non ha senso che tu creda che sei vivo, perché sai che lo sei. Jung diceva che non credeva in Dio, lui sapeva che esiste.
La questione dell'energia, come tale o come entità, puoi crederci oppure no, ma se hai fatto certe esperienze di fatto "sai" che ci sono, e purtroppo questa cosa non puoi trasmetterla agli altri, loro non sanno, possono solo credere oppure no.

Oggettivo e soggettivo sono interessanti in teoria, ma in pratica sono sempre meno distinguibili, e non parlo di questioni "mistiche" o cose simili, ma se conosci un po' di fisica quantistica (io la conosco solo a livello divulgativo) ti rendi conto che non esiste quasi nulla di oggettivo, neppure la materia, e che l'osservatore - cioè tu ed io, o chiunque - influenza o genera quello che esiste (per lui) in un modo che è dimostrabile scientificamente (cioè descrivibile e ripetibile in laboratorio).
Spero di non avere confuso le idee, ma di cose certe ce n'è una sola, forse :?
Come fai a sapere se esiste qualcosa se non hai le prove?
—> sapere senza prove —> = credere
Il concetto di sapere di essere vivo è piuttosto complicato siccome esistono dei dogmi che diamo tutti per scontati e che riconosciamo (come questo), infatti puoi veramente dire di essere “vivo” e di non essere un’intelligenza artificiale facente parte di un esperimento alieno?

(Ovviamente il 99% delle persone che leggeranno diranno: eh la Madonna; ma effettivamente le cose stanno così, se per vivo intendi unicamente per quanto riguarda i parametri vitali presi per veri e unici allora ok ma non puoi sapere la verità).

Sinceramente non so chi sia Jung e la sua frase non mi tocca...una persona, che sia un autodefinito profeta, un attore famoso o la mia ragazza (per dire: chiunque), che esprime un suo pensiero SOGGETTIVO (e lo sottolineo) non tange minimamente la mia idea siccome non fa altro che portare acqua al suo mulino, non porta motivazioni tangibili.
Capisco il fatto che tu abbia fatto esperienze che ti hanno portato a credere nell’energia...ripeto non sto giudicando, ma quando si trattano argomenti come guide ritengo sia corretto mantenere un comportamento razionale per quanto riguarda la pura informazione...ma boh, forse il mio commento non ha senso
E da qui mi ricollego al soggettivo vs oggettivo —> non conosco nulla a livello di fisica quantistica ma mi alletta l’etica (non credere, ho fatto un paio di lezioni a scuola hahaha), dove la realtà sia di fatto oggettiva ma interpretata in modo soggettivo (d’altronde differente) da ogni individuo (con, a quanto pare, caratteristiche più o meno comuni —> ci vediamo tutti con un paio di gambe e braccia per dire).
Ma se continuiamo di questo passo potremmo persino credere che esistano i delfini a forma di talpa (sempre invisibili hahaha).
Neppure la probabilità può aiutarci in questo caso siccome non puoi dire che è più improbabile o meno essere in un gioco alieno piuttosto che essere manipolati da una forma superiore riconducibile al destino...
Se hai qualcosa da leggere da consigliare a proposito della fisica quantistica (magari non troppo complicata o con linguaggi troppi tecnici) mi faresti un favore 😘😇

Un saluto,
Pregiudicato
Vivo? Io sono l'esperienza che sto facendo, questo è verificabile da tutti, il resto è un mistero, si possono fare solo ipotesi. Io penso che il percorso del Nobile Ottuplice Sentiero buddista abbia senso per risolvere i dubbi, ma non è il forum giusto per parlarne ;)

Ogni cosa può essere affrontata su tanti livelli, per esempio l'esperienza coi funghi.
Sul piano fisico serve sapere come non farsi male e come ottenere l'effetto desiderato (mi sembra di averne scritto).
Sul piano emotivo ci sono altri rischi, anche qui si possono dire tante cose, ma la più semplice è cominciare progressivamente, così capisci come reagisci.
Sul piano mentale idem, i funghi posso ribaltarti come in una centrifuga, meglio andare cauti.
Poi ci possono essere tanti altri livelli, ma i fondamenti RAZIONALI sono questi.
Una guida dovrebbe aiutarti a sapere come fare esperienza senza farti danni irreversibili, almeno questi, non sei d'accordo?
Se non l'ho fatto faccio ammenda, ma mi pare di avere posto la questione in questi termini.

Soggettivo o oggettivo qui non c'entrano nulla, non farsi male è oltre e più importante per me, una guida di base deve fornire questo, e a questo mi attengo. E' sbagliato?
Se dico cerimonie e rituali è solo un di più, male non fanno, ho argomentato perché per me hanno senso, e li riporto perché ho visto che funzionano. Magari non si capisce perché, ma funzionano, non solo per me ma per tanti da millenni, certo che se sei scettico fai benissimo a ignorarli.
Ma quando sei dentro a una dose alta di funghi non c'è spazio per le seghe mentali, in quel caso un incenso o una candela possono essere quella cosa che ti aiuta a non strippare, così come l'ascolto della musica, che anche questa è tutto meno che razionale.
DM Tripson è l’autore del primo e unico libro di istruzioni pratiche per l'uso dei Funghi Psilocybe.
Lo puoi scoprire e acquistare qui: https://amzn.to/2N87uRw

Avatar utente
Pregiudicato
Messaggi: 256
Iscritto il: lun ago 13, 2018 4:29 pm

Re: Dalla dose eroica a oltre i 10 grammi, cosa serve sapere

Messaggio da Pregiudicato » mer dic 04, 2019 11:32 pm

Al momento non sono nella possibilità di risponderti, cercherò di scrivere domani in un contesto più tranquillo (a livello personale mio).
Un saluto e uno scusa hahaha,
Pregiudicato

Avatar utente
ciccius shi chen
Messaggi: 13
Iscritto il: ven ago 16, 2019 5:54 pm

Re: Dalla dose eroica a oltre i 10 grammi, cosa serve sapere

Messaggio da ciccius shi chen » gio dic 05, 2019 9:30 pm

Salve a tutti, ho trovato interessantissimo questo post e i vari punti di vista...@DM Tripson Sono reduce da 3 ritiri di Vipassana visto che hai menzionato il sentiero buddhista mai sentito parlarne x caso?
Ad ogni modo @Pregiudicato e @siramca non credo sia questione di "regolare" con leggi e restrizioni l uso dei funghi ma di esplicare consigli e tecniche sperimentate personalmente.
Sono certo che una persona saggia che si sta informando sull HEROIC DOSE e non su un viaggetto qualunque sarà contento di leggere esperienze altrui, anche se vanno prese con 2 misure ovviamente!
Poi se siete cosi tranquilli e pragmatici potete sempre prenderla a modo vostro e dirci com è andata 😬😬
Temet nosce

siramca
Messaggi: 55
Iscritto il: mar nov 05, 2019 9:07 pm

Re: Dalla dose eroica a oltre i 10 grammi, cosa serve sapere

Messaggio da siramca » gio dic 05, 2019 10:58 pm

Le mie esperienze dicono che i veri pericoli nascono dal sottovalutare l'ambiente che ci ospita mentre siamo sbalinati.
Le scale, il fuoco anche solo dei fornelli, il cibo o i liquidi che possono andarti di traverso, finestre aperte... non certo energie o entità ma la nostra mente ed il rapporto con l'ambiente!

Dosi eroiche di aya non mi hanno uccisa né l'aver mischiato con questa cibi vari ed alcol.
Tutte palle ciò che ho letto in giro.

Però, certo, nervi saldi.
Se non hai nervi saldi rischi di far cazzate perché la mente perde lucidità di ragionamento.
La cosa che mi fa piuttosto incazzare è che si tirano in ballo cause strampalate o fantomatiche energie a noi esterne quando è tutto nella nostra capoccia.

Se non hai la testa in assetto può bastarti l'odore di un fungo per lasciarci le penne.
Non è la Natura la causa delle disgrazie dell'uomo ma come egli si rapporta alla Natura.

E di certo alla Madre di una candela o di un mantra non gliene frega una sega, ma della nostra MENTE sì che le importa!

Avatar utente
DM Tripson
Sponsor
Messaggi: 43
Iscritto il: ven ott 11, 2019 11:19 am

Re: Dalla dose eroica a oltre i 10 grammi, cosa serve sapere

Messaggio da DM Tripson » ven dic 06, 2019 12:17 pm

ciccius shi chen ha scritto:
gio dic 05, 2019 9:30 pm
Salve a tutti, ho trovato interessantissimo questo post e i vari punti di vista...@DM Tripson Sono reduce da 3 ritiri di Vipassana visto che hai menzionato il sentiero buddhista mai sentito parlarne x caso?
Ad ogni modo @Pregiudicato e @siramca non credo sia questione di "regolare" con leggi e restrizioni l uso dei funghi ma di esplicare consigli e tecniche sperimentate personalmente.
Sono certo che una persona saggia che si sta informando sull HEROIC DOSE e non su un viaggetto qualunque sarà contento di leggere esperienze altrui, anche se vanno prese con 2 misure ovviamente!
Poi se siete cosi tranquilli e pragmatici potete sempre prenderla a modo vostro e dirci com è andata 😬😬
Ciao @ciccius shi chen conosco e pratico quotidianamente da anni Vipassana, la meditazione insegnata dal Buddha sempre attuale dopo oltre 2.700 anni! Ricerche recentissime hanno dimostrato benefici permanenti per la pratica dall'assunzione di funghi psilocybe, ma altre ricerche mostrano che già nell'antichità ci sono stati collegamenti tra il percorso spirituale e l'assunzione di sostanze enteogene, quindi i funghi, sia Amanita che Psilocybe.
Hai fatto i ritiri tradizionali di 5 o 10 giorni? Esperienza psichedelica direi, nel senso di "manifestazione della psiche" ma senza assumere nulla, se non un impegno di pratica verso sé stessi.

Sono d'accordo con te quando scrivi "se siete così tranquilli...", affrontare un ritiro di Vipassana o assumere una dose eroica sono esperienze che ciascuna a suo modo fa paura, sono entrambe un duro confronto con sé stessi, l'avversario più forte che c'è.
Per attingere a una cultura diversa da quella Buddista, Don Juan parlava di "intento impeccabile", credo che per confrontarsi con sé stessi serva proprio quello, qualsiasi sia la strada percorsa, che sia la pratica o l'assunzione di una committed dose. Con questo intento non si mescolano alcol e cibo all’assunzione di una sostanza sacra, ma nel punto più basso del Kali Yuga questo e altro ormai sono la regola.

Secondo me c’è molta confusione dovuta al non conoscere e mescolare quello che riguarda il piano “relativo” con quello “assoluto”, molto diversi e spesso opposti tra loro ma entrambi veri e reali, situazione paradossale ma proprio per questo evidenza della loro verità, che è tale in quanto include e comprende gli opposti.

In questa sezione del forum vedo incursioni di altre sostanze :) che con i funghi hanno in comune il fatto di essere psicoattive, ma che sono ben differenti, e questo lo dico anche sulla base della mia esperienza diretta.
Per esempio non ha senso parlare di “dose eroica” di ayahuasca, perché gli effetti non sono affatto legati alla quantità di bevanda, a differenza dei funghi dove 3 grammi o 6 o 9 sono mondi completamente diversi. Ho partecipato a decine di cerimonie con la pianta, ho fatto esperienze intense con mezza coppetta di bevanda ma in tre cerimonie che ricordo bene ho bevuto 4 coppette piene e non ho avuto nessun effetto, nulla, unico tra oltre 20 partecipanti! Per essere credibile devo ammettere che un effetto l’ho avuto, quello purgativo, qualche ora dopo la fine della cerimonia :toilet:

Il messaggio forse era di dedicarmi solo ai funghi, e così ho fatto. Con i funghi non succede MAI che una dose adeguata resti senza effetti, e più incrementi e più ti trovi proiettato in realtà aliene.

Infine Mantra e Preghiere agiscono sulla mente, mica su Padre e Madre o Bisnonni Cosmici, l’insegnamento buddista lo dimostra senza dubbio. Una volta chiesi al mio insegnante se si poteva considerare il percorso (Vajrayana in particolare) una “tecnologia” per educare mente ed emozioni, e lui ha confermato che era così. Una mente che ci serve - e non che ci spadroneggia - ci salva da qualsiasi cosa sia sul piano relativo (dove ci sono energie ed entità di varia natura) che sul piano assoluto (oltre il piano duale per dirla facile) dove solo una mente “servitrice” ci permette di mantenere la consapevolezza di sé, così come succede anche nelle esperienza eroiche coi funghi.
Probabilmente qualcuno cercherà di mettermi sulla graticola per quello che scrivo, ma non è importante, gli attacchi alla persona e alle idee sono così comuni, tanto banali quanto sono invece rari - e belli - i confronti sulle idee. Tanta psilocibina a tutti! <3
DM Tripson è l’autore del primo e unico libro di istruzioni pratiche per l'uso dei Funghi Psilocybe.
Lo puoi scoprire e acquistare qui: https://amzn.to/2N87uRw

Avatar utente
ciccius shi chen
Messaggi: 13
Iscritto il: ven ago 16, 2019 5:54 pm

Re: Dalla dose eroica a oltre i 10 grammi, cosa serve sapere

Messaggio da ciccius shi chen » ven dic 06, 2019 1:31 pm

@siramca ho veramente apprezzato cio che hai detto, è vero bisogna tenere i piedi per terra, parlare di energie ed entità è spesso fuorviante ed il rapporto della tua mente con gli oggetti è cio che conta più che un loro effetto intrinseco...tuttavia converrai che materia e pensieri hanno una certa influenza su di te, essere in un bosco al sole non è la stessa cosa che stare con un amico imparanoiato chiusi in una stanza con le luci rosse per intenderci no? 😬
@DM Tripson Ho concluso 3 ritiri di 10 giorni, la tecnica originale non ne permette meno....il secondo è stato un bad - trip pauroso credo di essere arrivato sull orlo della pazzia, ci ho messo un anno a riprendermi infatti volevo scriverne l esperienza sul forum...
Ad ogni modo sono contento si sentire i vostri pareri su ayahuasca e altre droghe affini, ora che mi sento pronto a provarle 🙂
A proposito di don juan, qualcuno ha mai avuto esperienze sciamaniche o cose del genere? 😇
Temet nosce

siramca
Messaggi: 55
Iscritto il: mar nov 05, 2019 9:07 pm

Re: Dalla dose eroica a oltre i 10 grammi, cosa serve sapere

Messaggio da siramca » ven dic 06, 2019 3:00 pm

ciccius, non assumerei nulla con cosiddetti amici.
Io mi drogo da sola, per molti motivi ma in special modo perché non voglio contaminazioni con altre menti, che già ho la mia da gestire.

Però la stanza buia sì.
Se vuoi vedere nell'oscurità, l'oscurità deve guardare dentro di te.
Il BUIO anche e soprattutto assoluto ha molto da insegnare.

L'albero della Vita non divide gli opposti.

Personalmente assumo dmt in ambienti differenti e differenti sono gli insegnamenti.

Rispondi