Cybs' Hybrid ATB 'Salt' Tek

Questa tek è una traduzione dall'articolo sulla wiki di DMT-Nexus1) tratto a sua volta dal forum di DMT-Nexus2)

Materiale di partenza Radici di Mimosa hostilis
Cosa otteniamo DMT
In che forma Cristalli in base libera
Difficoltà Medio-facile

A seguire una tecnica ibrida A/B (Acido a Base) sviluppata da Cyb per l'estrazione di DMT da piccoli quantitativi di Mimosa Hostilis (Radici); è una tecnica davvero semplice, ed a quanto pare molto produttiva, tenendo conto l'utilizzo di materiali semplici da reperire. Questa tek potrebbe anche essere utilizzata per un'estrazione partendo da altri materiali organici come ad esempio l'Acacia Confusa, e alcune ricerche da parte di alcuni utenti confermano il funzionamento aggiungendo del sale durante il processo di Basificazione, per questo motivo, se come materiale di partenza utilizzeremo la Mimosa Hostilis, possiamo saltare il Passo 4.

Necessario

Cyb-ExtractionTek-Pic-1

  • Mimosa Hostilis (Radici polverizzate)
  • Bottiglia o Vaso da 1 litro per il mix (con coperchio)
  • Acqua distillata (se sprovvisti usare l'acqua del rubinetto)
  • Soda Caustica (NaOH)
  • Aceto Bianco Distillato
  • Nafta (Liquido per accendini, Zippo, Swan, Ronsonol, Newport, Shellite)
  • Bottiglia o Vaso di scorta (Per la nafta usata)
  • Imbuto
  • Dosatore in Vetro
  • Pipetta Dosatrice
  • Bilancia (al milligrammo)
  • 3 Pirofile in Vetro
  • Pellicola da cucina

Guida Passo-Passo

1: Pesiamo le radici

cyb-tekpic2-equipment.jpg

In questa Tek utilizzeremo circa 50g di radici polverizzate, in caso abbiate solamente il prodotto intero, tritatelo al meglio fino ad ottenere una polvere, qualche pezzetto di fibra rimarrà, ma non è un problema.

2: Carichiamo il materiale

cyb-tekpic3-equipment.jpg

Inseriamo dunque il materiale nella Bottiglia/Vaso da 1 litro (da qui in avanti semplicemente “mix”), aiutiamoci con l'imbuto se necessario.

3: Acidificazione

cyb-tekpic4-jarinpan.jpg

  1. Mettiamo 200ml di acqua distillata in una padella, aggiungiamo 60ml di aceto bianco distillato e portiamo ad ebollizione.
  2. Versiamo la soluzione acida nel mix.
  3. Mettiamo un po' d'acqua di rubinetto in una pentola, la portiamo ad ebollizione e quindi SPEGNIAMO la fiamma. (Durante l'uso di questa Tek, il mix dovrà essere TIEPIDO, NON BOLLENTE (Eventualmente possiamo anche riscaldarlo e poi lasciarlo a temperatura ambiente).
  4. Agitiamo la bottiglia e immergiamola a bagnomaria nella pentola calda.
  5. Agitiamo e shakeriamo bene il mix, riscaldando nuovamente la pentola d'aqua qualora si raffreddasse (facendo attenzione a non riportarla ad ebollizione)
  6. Lasciamo a bagnomaria per ALMENO 1 ora.

4: Saliamo

cyb-tekpic5-saltweight.jpgcyb-tekpic6-saltinwater.jpg

  1. Prendiamo 30g/40g di sale, possibilmente di buona qualità. Ogni tipo di sale (NaCl) andrà bene, l'importante è non utilizzare Sale Iodato.
  2. Mettiamo 100ml di acqua distillata in una padella e riscaldiamo fino a farla quasi bollire.
  3. Aggiungiamo il sale e mescoliamo finchè il sale non sarà completamente sciolto.
  4. Versiamo il tutto nel mix.

5: Basificazione

Questo passo include l'uso della Soda Caustica, l'autore, il traduttore, tutti i membri del forum, la mamma e la nonna ti consigliano di fare attenzione e ti danno qualche suggerimento in caso di schizzi o fuoriuscite di Soda Caustica: La Soda Caustica è pericolosa, evita qualsiasi contatto con la pelle e con gli occhi. Utilizza sempre dei guanti. L'Aceto è in grado di neutralizzarla in caso di perdite.

MAI E POI MAI VERSARE ACQUA CALDA NELLA SODA CAUSTICA, la reazione sarà violenta e comincerà a schizzare dappertutto.

  1. Pesiamo 50g di Soda Caustica.
  2. Versiamo 200ml di acqua distillata FREDDA nel Dosatore in vetro.
  3. Aggiungiamo delicatamente i 50g di Soda Caustica nell'acqua e mescoliamo con un cucchiaio di metallo. (Ripeto, aggiungiamo i cristalli di Soda Caustica nell'acqua, non l'acqua sopra la soda caustica).
  4. Facendo attenzione versiamo il tutto nel nostro mix.
  5. Aggiungiamo circa 140ml di acqua distillata nel nostro mix. A questo punto il volume totale dovrebbe essere di circa 700ml
  6. Agitiamo il nostro mix, dovrebbe diventare scurissimo, quasi nero.
  7. Mettiamo la bottiglia a bagnomaria come prima e cominciamo i cicli (Riscaldamento, Raffreddamento) per almeno 1 o 2 ore, ricordiamoci che dev'essere TIEPIDA e non CALDA.
  8. Agitiamo il mix di tanto in tanto per prevenire sedimentazioni.

cyb-tekpic7-lyeweight.jpgcyb-tekpic8-shakenupblack.jpgcyb-tekpic9-jarinheatbath.jpg

6: Aggiungiamo un Solvente Non Polare

cyb-tekpic10-napthameasure.jpgcyb-tekpic11-napthasplit.jpg

  1. Prendiamo 50ml di liquido per accendini e versiamolo nel nostro mix.
  2. Agitiamo leggermente e facciamo ruotare il mix per circa 20/30 secondi affinchè la nafta possa raggiungere ogni parte della bottiglia.
  3. Svitiamo il tappo per rilasciare eventuali pressioni che si sono create all'interno e richiudiamo saldamente.
  4. Rimettiamo il mix a bagnomaria (riscaldando l'acqua al fine di ottenere una resa maggiore)
  5. Lasciamola riposare fino a quando la nafta si separa (la prima volta è successo che possa volerci anche 1 ora, anche se raro).
  6. Ripetere tutto dal punto 2 per un totale di 4 volte. Il tutto non dovrebbe richiedere più di 45 minuti.

7: Estrazione

  1. Dopo aver ripetuto il tutto per 4 volte, facendo riseparare la nafta per 4 volte, aiutandoci con la nostra pipetta dosatrice, risucchiamo tutto lo strato di nafta (in superfice) e versiamolo nella pirofila in vetro (assicurandoci di non pescare anche l'intruglio nero), in caso in cui risucchiassimo un po' di miscuglio nero possiamo riporlo in un recipiente lungo e stretto, al fine di semplificare un po la separazione in seguito, aiutandoci in caso con un contagocce più piccolo o con una siringa di vetro.
  2. Le prime estrazioni potrebbero risultare eccessivamente saturate ed'essere di colore bianco appena versate nella pirofila: questo è un buon segno. Le estrazioni sucessive potrebbero risultare di colore più chiaro o tendente al giallo, ma va bene comunque.
  3. Impellicoliamo la nostra pirofila affinchè non possa passare ne acqua ne aria.
  4. Ripetiamo il Passo Sei e Sette per altre 4 volte così da ottenere un totale di 5 estrazioni (volendo potremmo farne anche qualcuno in più).
  5. Mettiamo a riposare le nostre pirofile in congelatore per 12-18 ore senza disturbarle, possibilmente senza sbirciatine, lo so, non è facile ma cerchiamo di non farlo.

cyb-tekpic13-napthaout.jpgcyb-tekpic14-firstpull.jpgcyb-tekpic15-clingfilmedtray.jpgcyb-tekpic16-infreezer-1.jpgcyb-tekpic17-infreezer-2.jpg

Nota: Possiamo spingerci ad estrarre finchè non uscirà più prodotto al fine di massimizzare la resa.

Nota2: Non inserire alimenti insieme alle pirofile o verranno contaminati dalla naphta, in alternativa alle pirofile, si possono usare dei normali vasi bormioli

8: Dopo il Congelatore

  1. Dopo 12/18 ore di congelatore, togliamo le pirofile una ad una e risucchiamo/rovesciamo velocemente la nafta in un vasetto (per usi futuri).
  2. Capovolgiamo le pirofile sopra un panno al fine di sgocciolare gli ultimi residui di nafta.

cyb-tekpic18-postfreeze-1.jpgcyb-tekpic19-postfreeze-2.jpgcyb-tekpic20-postfreeze-3.jpg

Nota: La velocità è cruciale in questo passaggio, dobbiamo farlo il più velocemente possibile al fine di evitare che il prodotto finale si ridissolva con la nafta a temperatura ambiente. Cerchiamo di non far entrare nemmeno una goccia d'acqua a contatto con la pirofila.

9: Asciugatura

cyb-tekpic21-fandry.jpg

Di corsa, pirofile contro il muro e posizioniamo davanti un ventilatore per almeno 20 minuti.
Assicuriamoci che TUTTA la nafta (ed eventuali gocce d'acqua) siano evapotate, non dovrà esserci puzza di solvente.
Il prodotto finale dovrebbe profumare come un fiore o un paio di scarpe nuove.

10: Raschiare

cyb-tekpic22-scraping-1_1.jpgcyb-tekpic23-scraping-2.jpgcyb-tekpic24-scraping-3.jpgcyb-tekpic25-finalweight-pre-x.jpg

Le pirofile potrebbero contenere cristalli a forma di “palla di neve” oppure uno strato di olio secco con cristalli con punte bianche che crescono sopra.

  • Usiamo una lametta per raschiare tutti i cristalli e l'olio insieme.
  • Raschiamo tutte le pirofile, potresti averne altre in congelatore per il giorno dopo, raschiamole appena sono asciute.
  • Mettiamo il tutto su un pezzo di carta e lasciamolo asciugare completamente.

A questo punto, dopo 5 estrazioni (o più) ci troveremo circa 1g di prodotto perfettamente utilizzabile.

Qualcuno preferisce il prodotto giallo (Full Spectrum), ma se vogliamo purificarlo ancora per farlo diventare ancora più bianco, cristallino, ecco come faremo.

11: Ricristallizzazione

cyb-tekpic-re-x-1-equipment.jpg

Necessario

  • Un bicchierino (quelli da shot vanno bene) per la separazione.
  • Una pirofila più piccola per la cristallizzazione in freezer.
  • Un piccolo vasetto (con tappo) per riscaldare la nafta.

Procediamo alla Ricristallizzazione

  1. Inseriamo il prodotto delle estrazioni nel bicchierino in vetro.
  2. Aggiungiamo 40/50ml di nafta in un altro vasetto, possiamo utilizzare la nafta usata in prececenza anche se consiglio nafta nuova per un cristallo più bianco.
  3. Mettiamo la nafta a bagnomaria, eventualmente imbevendo uno straccio affinchè non si muova con il bollire. ATTENZIONE: Il tappo dev'essere appena APPOGGIATO sul vasetto della nafta, NON CHIUDERE / NON AVVITARE IL TAPPO perchè la pressione dei vapori che si formeranno all'interno farebbero esplodere il vasetto. Calore, fiamme e liquido per accendino…DISASTRO, ATTENTI!

cyb-tekpic-re-x-2-dmtinglass.jpgcyb-tekpic-re-x-3-napthajar.jpgcyb-tekpic-re-x-4-warmingnaptha.jpg

* Scaldiamo il pentolino e portiamo ad ebollizione per qualche minuto per scaldare la nafta nel vasetto. * Spegniamo la fiamma e rimuoviamo il vasetto aiutandoci con uno straccio, sarà caldo! Versiamo quindi la nafta calda nel bicchierino con il nostro prodotto. * Il prodotto verrà totalmente sciolto dala nafta e vedremo le impurità depositarsi in basso, possiamo lasciare riposare la nafta al caldo a bagnomaria per più tempo per velocizzare il tutto. * Dopo qualche minuto dovremo decantare la nafta saturata nella pirofila. Serviti di una siringa o di un contagocce per rimuovere tutta la nafta.

cyb-tekpic-re-x-5-napthaout.jpgcyb-tekpic-re-x-6-naptha-deem.jpgcyb-tekpic-re-x-8-impurities.jpgcyb-tekpic-re-x-9-endimpure.jpg

Nota: Ricorda che ogni goccia di nafta è carica di prodotto…un buon lavaggio con nafta nuova potrebbe migliorare ancora un po' la resa finale.

cyb-tekpic-re-x-prefreeze.jpg

  1. Tappiamo la pirofila con la nafta con della carta stagnola e fissiamolo con un elastico per assicurarlo affinchè non entri in contatto con vapore o polveri, mettiamolo quindi in frigo a raffreddare per circa 1 ora.
  2. Spostiamo la pirofila in congelatore per la notte.
  3. Al mattino, dopo 12/18 ore di ricristallizzazione, dovremo svuotarlo dalla nafta e posizionarlo davanti al ventilatore, ci metterà un tempo maggiore ad asciugare in quanto lo strato di cristalli sarà profondo e dovrà essere totalmente privo di solvente.

Ora non resta che raschiare il tutto e meravigliarti per il risultato, circa 1 grammo di cristalli da 50g di radici.

cyb-tekpic-re-x-endproduct.jpg

Conservazione

Per una miglior conservazione consiglio un contenitore sigillato ermeticamente e riposto in un posto fresco e buio.

Note Conclusive

  • Anche se ho incluso un passaggio di Acidificazione come partenza, questo passaggio può essere omesso e possiamo procedere direttamente dal Passo 5 facendo attenzione di ottenere sempre 700ml di liquido nel mix.
  • Possiamo anche omettere i passaggi a bagnomaria se vogliamo fare la Tek “a freddo” anche se, il raccolto potrebbe diminuire.
  • Questa Tek dovrebbe produrre circa un 2% di raccolto, ovviamente dipende tutto dalla qualità del materiale di partenza.

Pagine correlate